lunedì 18 marzo 2013

Il mondo di Lulz

Ho appena terminato di leggere "Il mondo di Lulz" dell'autore indie Antonio Fanelli. Ecco la recensione che ho postato su amazon.it.

Il pericolo corre sul web

Vispo, divertente, rapido come una rete a fibre ottiche. "Il mondo di Lulz" corre sul web e parla come i suoi protagonisti, giovani iperconnessi che si nutrono di sms e social network, convinti di poter dominare il Grande Fratello telematico, ma in realtà ingenui, vulnerabili. Di queste debolezze approfitta un hacker poco più grande di loro che si guadagna qualche spicciolo fabbricando identità virtuali e rubando password su commissione. L'ennesimo incarico sembra uguale a tutti gli altri e forse lo sarebbe, se Lulz non si lasciasse coinvolgere, scoprendosi meno cinico di quanto crede e mettendo in moto un meccanismo pericoloso e forse incontrollabile. La trama si dipana senza passi falsi, accompagnata da riferimenti all'astrologia (la passione della vittima designata), colpi di scena, tradimenti, scambi frenetici a base di "xkè", "c6" e ":)", fino alla conclusione che ricostruisce il puzzle. Lettura consigliata in particolare ai coetanei dei protagonisti, mentre qualche ultraquarantenne faticherà a decifrare il gergo di Lulz e del suo mondo. 


 

1 commento:

  1. Il libro è molto carino, la pagina tira l'altra. Ho finito in un fiato. Ha letto anche mio figlio, e anche a lui è piaciuto molto.

    RispondiElimina