giovedì 30 luglio 2015

GP LED

A vintage ad dating back to 1975, the year Girard-Perregaux launched its own LED digital watch.

Pubblicità del 1975, anno in cui Girard-Perregaux lanciò il suo modello digitale LED.


L'agguato di Psycho

Vivo da tempo all'estero e, quando torno in Italia, non ho bisogno di segnali per capire che ho attraversato il confine. Ad avvertirmi ci pensa Psycho. Psycho appartiene a un'etnia che si è insediata sulle autostrade italiane, trovandole evidentemente più consone di altre alle proprie abitudini. Psycho mi attende con una mano sul volante - o sulla tastiera dello smartphone, dipende - e l'altra, la principale, sulla levetta degli abbaglianti. Psycho è il pilota di un missile terra-terra nero, normalmente di fabbricazione tedesca, con i vetri oscurati. Psycho pattuglia la terza corsia e sa che non ho scampo. Se anche si distraesse, ci sarebbero altri due, cinque, dieci Psycho pronti a braccarmi e a punire l'arroganza con cui occupo il loro territorio per compiere un sorpasso senza superare i 135km l'ora. Pochi attimi e lo vedo nello specchietto, il vendicatore che si avvicina rapido e inesorabile fino a mezzo metro dal paraurti. Poi tira la levetta e, wham!, il bianco abbacinante dei fanali allo xeno è il colore di un invito senza appello: togliti dai piedi, omuncolo. Allora affretto il sorpasso e mi faccio da parte. È chiaro che ho torto. Le sostanze di cui si nutre Psycho gli danno una percezione del pericolo - e della realtà - nettamente migliore della mia. E anche se, per assurdo, avessi ragione io, meglio evitare proteste perché quelle stesse sostanze lo rendono poco incline al dibattito.
Nei successivi 200 chilometri incontro altri due Psycho e la sequenza si ripete. Per fortuna nessuno dei due usa armi da fuoco al posto degli abbaglianti e me la cavo senza altri danni che il senso di colpa per aver ostacolato il loro cammino. Ora sono a casa, sano e salvo. Saranno tornati a casa anche loro, felici di aver ripulito la terza corsia. Non più Psycho ma affettuosi Norman Bates che accarezzano il cadavere impagliato del loro doberman.


martedì 28 luglio 2015

Museum Collection - The list (5)

The chronological list of the 100 "must-haves" making up The Museum Collection book features the Hebdomas at number 4. The excerpt taken from the text points out that the estimate does not fully reflect the impact made by this watch on the general development of technique.
Click here for more infos on The Museum Collection project.


The long runner
★★★
 


Hebdomas
1913


Though significant as the earliest long-running wristwatch, the Hebdomas is reasonably priced and therefore affordable for most collectors. Its availability is however on the low side.
Overall condition report* 8/10
Price estimate* EUR 1,000-1,500
*only refer to the illustrated example


domenica 19 luglio 2015

Museum Collection - The list (4)

The chronological list of the 100 "must-haves" making up The Museum Collection book features the Movado Polyplan at number 4. The excerpt taken from the text of the book tells why it was a revolutionary watch and how much the illustrated example is worth - the nearly perfect condition of this 100 years old piece being the main reason behind the estimate.

Form follows function
★★★★★
 


Movado Polyplan
1912

The Polyplan "form" movement was the first to be created specifically for the curved wristwatches that were fashionable at the time of its launch ... 
Overall condition report* 9/10
Price estimate* EUR 15'000-20'000
*only refer to the illustrated example

   

mercoledì 8 luglio 2015

Glossario degli orologi

Nelle pagine di questo Blog dedicate agli orologi appaiono numerosi termini tecnici che non sono necessariamente familiari per tutti. Per questo ho pensato di riprodurre il Glossario originalmente allegato ai libri Lancette & C. e Rolex dalla A alla Z. Spero che vi troverete indicazioni utili non solo sul significato delle parole, ma anche su alcuni dettagli della tecnica. Buona consultazione!


martedì 7 luglio 2015

Museum Collection - The List (3)

The chronological list of the 100 "must-haves" making up The Museum Collection book features an obvious Five Stars choice at number 3. This time the excerpt taken from the text of the book includes details about the movement - an unusual French caliber powers the illustrated example.


Fathering the modern wristwatch
★★★★★
 

Cartier Santos
1911

... Nothing is left of the prototype manufactured in 1904, apart from its mention on the company's records. Seven years later, a wristwatch named after the aviator became available to the brand's wealthy clients ...
Movement Caliber Brédillard, 22.5 mm, 18 jewels, cut bimetallic balance wheel, Breguet hairspring, 18,000 vibrations per hour.


lunedì 6 luglio 2015

User manual - Manuale d'uso

User manual dating back to the early 1970s - the Royal Navy version of the Porsche Design / Orfina chronograph, Caliber Lemania 5100.



Manuale d'uso dei primi Anni 70: la versione Royal Navy del cronografo Porsche Design / Orfina, Calibro Lemania 5100.


venerdì 3 luglio 2015

Moon phases - Fasi lunari

A Minerva triple calendar with moon phases dating back to 1949. The movement is the Caliber 89DXC by Valjoux.


Un Minerva del 1949 con calendario completo e fasi lunari. Il movimento è il Calibro Valjoux 89DXC.


mercoledì 1 luglio 2015

Museum Collection - The list (1)


ENGLISH
As announced last month, The Museum Collection is on its way. My next book on the history of 20th Century watchmaking aims to be a voyage through time(keepers), an entrance ticket to an exhibition, a source of advice and inspiration for the watch lovers seeking to build up the perfect collection. What is the "perfect" collection? Put is simply, it is the one featuring the most significant wristwatches of the past century from a technical as well as an esthetic viewpoint.
My list of the 100 "must-haves" being now ready, I would like to share a preview with you. Please take a look at my blog every now and then because I shall be posting a picture and some details of each piece during the next weeks. You will then get a more accurate idea of what The Museum Collection will be and hopefully find it interesting. As for an example of the the full informations I will include in the book, please click here and scroll down to the bottom of the page. The stars (1 to 5) are used for classification purposes in connection with the impact that each of the 100 featured pieces had on the general development of the wristwatch.
The Number 1 on the chronological list is a timepiece dating back to the late 1900s. In this and a few other cases of anonymous watches, it is meant to suggest a style or type that the prospective collector should look for, rather than a precise indication. However, the condition report and price estimate refer exactly to the illustrated example.

ITALIANO
Come annunciato il mese scorso, sta per arrivare The Museum Collection. Il mio prossimo libro sulla storia dell'orologeria nel XX Secolo intende offrire al lettore un viaggio attraverso gli strumenti per la misura del tempo, il biglietto d'ingresso di una mostra, una fonte di consigli e di ispirazione per gli appassionati desiderosi di costruire la collezione perfetta. Cos'è la "collezione perfetta"? In parole povere, è quella che comprende gli orologi da polso più significativi del Ventesimo Secolo sotto il profilo tecnico ed estetico. La differenza principale rispetto ad altri libri sugli orologi da polso è che prenderò in considerazione numerosi prodotti di marche meno conosciute accanto alle superstar note a tutti.
La lista dei 100 pezzi scelti è pronta e sono felice di condividerla con voi. Vi prego di dare un'occhiata al blog di tanto in tanto perché nelle prossime settimane posterò un'immagine e alcuni dettagli di ciascun orologio. In questo modo vi farete un'idea più precisa del progetto editoriale e, spero, lo troverete interessante. Se volete un esempio delle descrizioni complete come appariranno sul libro, cliccate qui e andate in fondo alla pagina. Le stelle (da 1 a 5) indicano l'impatto dell'orologio sullo sviluppo generale dell'orologio da polso.
Il numero 1 della lista cronologica risale ai primi del 900. In questo e in altri casi di orologi anonimi, la scelta si riferisce a uno stile o a un tipo di orologio consigliati all'aspirante collezionista e non necessariamente all'esemplare descritto. Riguardano esclusivamente quest'ultimo, invece, i dettagli sulle condizioni e sulla stima. 



From pocket to wrist
★★★

ANONYMOUS
1909

 Early wristwatches were often small pocket watches transformed by means of wire lugs soldered to the case in order to provide attachments for the strap... 
Overall condition report* 8/10 
Price estimate* EUR 600-800  
*only refer to the illustrated example