mercoledì 29 maggio 2013

Stasera li butto 2


I titoli di successo hanno spesso un seguito. È il caso di "Stasera li butto", horror di serie B premiato da un trionfo inatteso, che torna con un capitolo 2 ancora più sconsigliato del primo agli spettatori impressionabili. State per precipitare in un mondo regolato dalla legge del taglione, dove il perdono è sconosciuto. Migliaia di lettori molestati da libri senza capo né coda né sintassi si aggirano tra le pagine amazon come vendicatori ansiosi di punire i colpevoli delle loro sofferenze, ma per straziarne la vanità usano un'arma ancora più orribile della motosega: il word processor. Schizzi di sangue virtuale si incollano ai monitor, accompagnati dalle urla dei carnefici diventati vittime, nella luce fosca che annuncia il castigo finale dei malvagi e, forse, il riscatto della letteratura. Prometto che non ci sarà una terza puntata. Perché una fine spaventosa è meglio di uno spavento senza fine.
Vorrei ringraziare ancora una volta la costanza e soprattutto la determinazione con cui lo scrittore indie Emiliano Piccioni, autore di "La radio aliena", ha messo insieme i frammenti di recensione che state per leggere, eliminando ogni riferimento alle opere "incriminate". Ricordo che non ho modificato i testi originali nemmeno per correggere gli eventuali errori e che solo i titoletti sono farina del mio sacco.

In incognito
Prego solo chi avesse intenzione di leggerlo in luogo pubblico, mascherate la copertina e a chi vi chiede: "Cosa leggi?" rispondete qualsiasi cosa ma non dite la verità.

Non c'è Rosa senza spine
al suo confronto gli Harmony acquistano una dignità letteraria paragonabile ad Anna Karenina o a Madame Bovary

Horror
Non aprite quella copertina!

Sopra la panca il libro crepa
Ho dovuto liberarmene, proprio fisicamente (lasciandolo su una panchina) e giuro che mi è capitato con pochissimi libri!

E se eri italliana?
Sono stranniera… Ma questo libro mi è deluso.

Coltivatore diretto
L'autore dovrebbe continuare a coltivare la sua fantasia ma dopo aver ripreso a coltivare il suo italiano a partire dalle scuole elementari.

Coltivatore diretto bis
Mi piacerebbe che certi autori tornassero a zappare la terra!!!!

Censura
Questo libro non andava pubblicato.

Raccolta differenziata
Non compratelo, e se l'avete comprato non regalatelo, buttatelo direttamente.

Aspettando Godot
è meglio aspettare che l'autrice abbia le idee un po' più chiare piuttosto di ritrovarci con un altro libro come questo.

Amen
Una croce sopra a quest'autrice.

Digestivo
1 stella per avermi quasi fatto vomitare.

Così impari
un'amica mi ha mostrato questo ebook sul suo kindle a monito dei rischi che si possono correre scaricando senza almeno aver prima controllato l'estratto...

Figure di m...
Illustra figure di uomini e donne sedute sulla tazza del cesso cercando una vena poetica alle posizioni assunte. Se questa è genialità siamo alla frutta.

Quel gran pezzo dell'Ubalda
Sia i film che i fumetti "pecorecci" degli anni 70 ed 80 sono sicuramente ad un livello superiore e, comunque, più divertenti.

Le colpe dei padri
mio figlio (18 anni) dopo averlo letto a sua volta mi ha chiesto: "Ma tu leggi di questa roba?".

In principio era il verbo
Purtroppo non ho letto le altre recensioni prima di comprare questo insulso esempio di come l'uso di modi e tempi verbali sia per certuni assolutamente casuale.

Eiaculazione precoce
2,90?? Non ho fatto neanche in tempo ad iniziare che è finito!

Freccia Rotta
Trama banale e poco più che abbozzata, sembra scritta durante un viaggio in treno - scossoni compresi.

The one and only
Il sottotitolo dice: "Un thriller unico nel suo genere" e allora spero vivamente di non leggere nient'altro di questo livello.

Tu chiamale se vuoi emozioni
non succede nulla, ma veramente nulla, per quasi 600 pagine.

La speranza è la prima a morire
Un consiglio: non perdete tempo sperando che migliori al capitolo successivo.

Alfabetizzazione
Da regalare a chi non legge.

Falò virtuale
Confesso: sono arrivato a metà, poi l'istinto di bruciarlo è stato vanificato solo dal fatto che l' ho comprato in digitale ....

Ninfomane
Sembra di leggere un libro scritto da una tredicenne con gli ormoni a mille!

Canguro
A metà, lo devo ammettere, la velocità di lettura è aumentata. Nel senso che ho cominciato a saltare.

Ultimo desiderio
ho deciso che riprenderò la lettura (forse) di questo libro solo quando sarò vicina alla disperazione

Festa mobile
il libro l'ha fatto l'ikea

Pudore
Non volevo nemmeno inserirlo perché mi vergogno io per l'autore

Nouvelle cuisine
ecco servito il polpettone confezionato con scarti,anche avariati,e di formato tascabile per maggior digeribilità.

Streetview
Robba da Piazza Filattiera

Leggere le avvertenze prima dell'uso
dotato di uno spiccato effetto soporifero.

Chiaroveggente
Voto uno perché ancora non l'ho né comprato e né letto...

Pubblicità ingannevole
a dispetto di quanto affermato dall'autore, il libro è una vera ciofeca.

lunedì 27 maggio 2013

Stasera li butto

Lo scrittore indie Emiliano Piccioni, autore di "La radio aliena", ha raccolto le stroncature più divertenti postate dai lettori dei libri in vendita sul sito amazon, eliminando i riferimenti alle opere "incriminate". Alcune mi sono piaciute tanto che ve le propongo qui. Non ho modificato in alcun modo i testi. Di mio ci ho messo solo i titoletti. 


Astuzia & igiene personale
l'autrice si dimostra sempre più furba e zozza...

Scusate la domanda
Sarà anche gratis ma perchè non scrivere nella scheda libro che è in francese?

Refuso freudiano
a confronto la sega di twilight è un capolavoro.

E ti pare poco?
Un vero insulto alla letteratura. Per fortuna l'ho trovato usato e gli euro buttati sono stati solo 5 !!

Palle di vetro
la descrizione dei personaggi è penosa: dovrebbero essere magici o ricchi di poteri, ma l'unica cosa che sanno fare è rompere le balle tutto il tempo alla protagonista e basta.

Ostinato
no, no, no! non riesco ad andare avanti, ci provo almeno una volta al giorno e dopo 1 pagina lo chiudo nuovamente.

Torna a squola!
Se ha ottenuto la maturità classsica uno che (solo per citare alcune chicche) chiama un ultimatum un out out, che scrive d'orati invece di dorati, che usa il verbo telefonare transitivamente, che scrive "colti in fragrante" (cosa sono, panini?) vado subito a restituire la mia...

Sconsigli per gli acquisti
Non è consigliabile per nessun tipo di lettore,ma è sommamente sconsigliato ai giovani , che corrono il rischio di disimparare l'uso della lingua. oltre che del cervello.

Beata lei
mi sono ritrovata alla fine del libro e mi sembrava di non aver letto niente

Deduzioni
quando mi sono ritrovata a sbadigliare durante le scene degli amplessi ho capito che qualcosa non andava

Tengo famiglia
I feedback positivi a questo scritto devono arrivare tutti da parenti e amici dell'autrice.

Chiama l'ascensore
Sono presenti errori macroscopici come quello dell'appartamento che improvvisamente scende dal sesto al quarto piano nel giro di due pagine. delusione profonda

Poetico
Sono arrivato alla fine di questo libro letteralmente stremato, come un naufrago alla battigia.

Sintetico
Un pregio ce l'ha: è corto. [Non capisco perché mi si imponga di scrivere una recensione di almeno 20 parole. Non ho altro da aggiungere.]

Istruzioni per l'uso
Illeggibile, da mandare al macero, da compostare e farne concime, da utilizzare come lettiera per gli uccellini, da farne pallottole per far giocare il gatto.

Femminicidio
Dopo averlo lasciato a metà l'ho regalato ad una ragazzina.

Insetticidio
se potessi votare per l'utilità darei un cinque pieno: con quel libro ci ho ammazzato tutte le zanzare che mi ronzavano intorno.

Il tempo delle castagne
Dal punto di vista della narrazione, è un vero calcio nei maroni.

Qualcuno volò sul nido del cuculo
I personaggi sembrano usciti da un manicomio ed è impossibile identificarsi in loro se si è sani di mente. 

Senza rancore
Non l'ho amato ma non l'ho neanche odiato, semplicemente mi sento come se non l'avessi mai letto.

Con rancore
gli sarei stato ancora più grato se non avesse sfornato questo imbarazzante libretto, che ho ricevuto in dono da un amico in buona fede, e ha rischiato di rovinarmi - oltre che un paio d'ore - anche un'amicizia.

Il Bel Paese
Il fatto che un opera così abbia vinto un noto premio letterario la dice lunga sul triste stato della cultura in Italia

Perseverare diabolicum

Sono caduta già tre volte nei tuoi tranelli tutti uguali, ma ora basta! Non mi freghi più!