Orologi da polso 1900-1959

È imminente l'uscita di Orologi da polso 1900-1959, Volume 5 della serie Pressision Watch Books. Il testo che segue è l'introduzione dell'opera (pagina 4). Cliccando qui puoi guardare il video.
 

Sono passati diversi anni dalla pubblicazione di Lancette & C., la cronistoria enciclopedica dell’orologio da polso con la quale ho debuttato come autore ed editore specializzato. Numerosi lettori mi hanno testimoniato l’apprezzamento per quell’opera, che rappresentava una novità nel panorama editoriale di lingua italiana. Altri, avendone sentito parlare da amici e non trovandola in libreria, mi hanno chiesto se e quando ci sarebbe stata una ristampa. La risposta è Orologi da polso 1900-1959, che riprende la formula di Lancette & C. ma è molto più di una seconda edizione. I contenuti sono quasi raddoppiati: per trattare sessant’anni di storia si è reso necessario un numero di pagine vicino a quello di Lancette & C., che raccontava un secolo intero. Il testo riveduto e integrato, le immagini in massima parte inedite e il concetto grafico modificato permettono di qualificare Orologi da polso 1900-1959 come un’opera nuova di zecca.

 
Il volume tratta il lasso di tempo che va dai primi passi dell’orologio da polso al suo trionfo tecnologico, stilistico e commerciale. I decenni in cui lo stravagante “braccialetto con orologio”, apprezzato dalle signore ma deriso dai conformisti e osteggiato dagli stessi addetti ai lavori, si trasforma in uno strumento indispensabile, sempre più ricco di funzioni. Economico o costoso, tradizionale o rivoluzionario, robusto compagno d’avventure per gli esploratori e gli sportivi o discreta manifestazione di un gusto raffinato, l’orologio da polso è protagonista di un’avventura che è allo stesso tempo umana, tecnologica, economica, industriale ed estetica.
 

Una vicenda alla quale, insieme con i protagonisti più noti, prendono parte centinaia di comprimari spesso dimenticati. Orologi da polso 1900-1959 dedica lo spazio che meritano agli uni e agli altri, proponendosi di risultare una fonte d’informazioni completa e non una limitativa agiografia dei Grandi.

 

Preceduta da un breve antefatto sulla misura del tempo fino al XIX secolo, la cronistoria si divide in cinque sezioni. La prima è dedicata al ventennio 1900-1919, le altre a un decennio ciascuno fino al 1959. Ogni sezione si apre con un’introduzione sulle tendenze della tecnica e del design, e sui modelli più significativi (“Le icone”). I capitoli sui singoli anni si articolano in tre parti: una panoramica dell’attualità (“Nel mondo”), una degli eventi del settore orologiero (“Lancette & C.”, titolo mutuato dal libro omonimo) e una dei prodotti (“Le novità”). I piatti forti di quest’ultima sono le schede con i dettagli tecnici e le annotazioni storiche, accompagnate dalle immagini degli orologi, dei movimenti e, in molti casi, dalle riproduzioni di annunci pubblicitari, certificati, cataloghi, opuscoli e brevetti.
 

Le tipologie degli esemplari selezionati per le schede sono essenzialmente tre. Alla prima appartengono i modelli che rappresentano un progresso significativo nella tecnica e/o nello stile, e sono spesso all'origine di svolte nelle strategie dei fabbricanti e nei gusti del pubblico. Della seconda categoria fanno parte oggetti che, pur non esercitando un'influenza cruciale sull'evoluzione dell'orologio da polso, si distinguono per la qualità della realizzazione. La loro rarità e l'interesse dei collezionisti li rendono spesso più costosi delle pietre miliari evocate in precedenza. A questo proposito faccio notare che Orologi da polso 1900-1959 non propone stime di valore, cioè gli elementi più effimeri e opinabili di Lancette & C. Il terzo gruppo comprende numerosi esempi di produzione "minore", alla portata di un pubblico vasto e interessanti proprio per la loro diffusione. Tutti gli orologi della prima lista e buona parte di quelli collocabili nella seconda occupano uno spazio tale da evidenziarne l'importanza. Le foto che li illustrano sono relativamente grandi, mentre nell'ambito delle coppie di pagine contenenti due o più schede la taglia delle immagini rispetta le proporzioni tra gli oggetti presentati. 
    

Orologi da polso 1900-1959
si chiude con una serie di appendici. La prima è dedicata ad alcuni pezzi assemblati e rifiniti dagli allievi delle scuole svizzere d’orologeria, oggetti “non ufficiali” raramente trattati dalla pubblicistica di settore. Seguono il glossario, la bibliografia e l’indice dei nomi.
Buona lettura!
Marco Strazzi

          

2 commenti:

  1. Siamo al 2021!!! Manca molto ancora e dove lo chiedo?.grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Fernando,
      Grazie del messaggio. Il Volume 1 è quasi pronto, sarà in vendita prima dell’estate in libreria e su internet (Amazon, ecc.). Troverà gli aggiornamenti sul sito e sulla pagina Facebook 10e10.ch A presto!

      Elimina