sabato 28 gennaio 2017

Pronti per il lancio


"… La spia rossa a destra del portellone si accese: sarebbe dovuto passare un minuto prima del verde, ma il Dakota s’inclinò bruscamente proiettando fuori il capitano, che scomparve, …" (dal Capitolo 6 di L'orologio con le ali).


L'interno dell'aereo Dakota in esposizione presso il Museo della Batteria di Merville, come appariva ai paracadutisti mentre si avvicinavano alla soglia.


venerdì 27 gennaio 2017

ChronospeedAS


Clicca qui sopra per guardare il video della mia presentazione di ieri presso un Club di appassionati di orologi. Le foto e i dettagli tecnici sono più in basso nella pagina.
Click on the video clip for the talk I gave about an unusual watch of the 1970s (in Italian). See below for the infos in English and pictures.

ENGLISH
The Chronospeed was introduced around 1970 and only made for a few years. It was based on the Clinergic 21 fast-beat escapement patented by F.A.R. (Fabriques d'Assortiments Réunies), and first fitted in the HF Chronometers by Girard Perregaux (see pages 172-174 of The Museum Collection). High-frequency escapements (36'000 vibrations per hour) allowed for unprecedented accuracy in standard production timepieces, their downside being the expensive dry lubrication needed to guarantee long-term reliability without servicing. As the quartz technology became cheaper in the mid-1970s, the industry steadily abandoned fast beat escapements. The only movement that made it beyond 1980, and indeed to our very days, was the El Primero by Zenith - interestingly, though, Rolex reduced its frequency when they chose it for the self-winding Daytona chronograph.


The Chronospeed is an unusual instance of a watch produced and marketed by a raw movement manufacturer - ASSA meaning Adolphe Schild Société Anonime, that is the company generally known as AS. The brand's name meant little to the vast majority of the public, which perhaps helps to explain why this watch enjoyed limited success and was quickly discontinued. The brochure cover (see below) features an accuracy certificate, but the chronometer wording does not appear on the dial. The company chose to highlight other details - the AS2 fine adjustment (logo at 12 o'clock) and the rotor swinging on ball bearings (logo at 6 o'clock). The movement is fitted with a few more useful functions - the quick date change (operated by pressing the crown), day setting in both directions and second stop (by pulling the crown).


Functions Hours, minutes, seconds, day, date. 
Size Diameter 35 mm, thickness 10 mm. 
Case Stainless steel, screw-down back.
Movement Caliber AS 1920/2, self-winding, diameter 28.4 mm, thickness 5.25 mm, 25 jewels, rotor winding in one direction, screwless balance, flat hairspring, Incabloc shock absorber, 36,000 vibrations per hour.


ITALIANO
Il Chronospeed fu presentato intorno al 1970 e prodotto per pochi anni. Si basava sullo scappamento ad alta frequenza brevettato da F.A.R. (Fabriques d'Assortiments Réunies), che Girard-Perregaux adottò per prima nei suoi cronometri HF (vedi pagine 172-174 di The Museum Collection). Gli scappamenti ad alta frequenza (36.000 alternanze/ora) consentivano una precisione senza precedenti negli orologi di produzione standard. Lo svantaggio era la costosa lubrificazione a secco necessaria per garantire prestazioni affidabili a lungo termine senza manutenzione. Quando si ridussero i prezzi della tecnologia al quarzo, verso la metà degli Anni 70, l'industria orologiera cominciò ad abbandonare gli scappamenti ad alta frequenza. L'unico movimento che superò il 1980, arrivando anzi fino ai nostri giorni, fu El Primero di Zenith. Tuttavia, va notato che quando Rolex lo scelse per equipaggiare il Daytona automatico, ne ridusse la frequenza.


Il Chronospeed è un esempio insolito di orologio prodotto e commercializzato da un fabbricante di movimenti. La sigla ASSA sta per Adolphe Schild Société Anonime, cioè la ditta più nota con il nome AS. Il marchio non era familiare alla grande maggioranza del pubblico. Questo contribuisce a spiegare perché l'orologio ebbe un successo limitato e fu abbandonato in breve tempo.
La copertina dell'opuscolo mostra un certificato di precisione, ma sul quadrante non appare la parola Chronometre. Il costruttore preferì sottolineare altre caratteristiche: la regolazione fine AS2 (logo a ore 12) e il rotore montato su cuscinetti a sfera (logo a ore 6). Il movimento vanta altre funzioni utili: il cambio rapido della data, azionabile premendo la corona, il cambio del giorno nelle due direzioni (avanti e indietro), e l'arresto del bilanciere (tirando la
corona).



Funzioni Ore, minuti, secondi, giorno, data.
Dimensioni Diametro 35 mm, spessore 10 mm.
Cassa Acciaio, fondo avvitato.
Movimento Calibro AS 1920/2, automatico, diametro 28,4 mm, spessore 5,25 mm, 25 rubini, rotore di carica monodirezionale, bilanciere anulare, spirale piana, antiurto Incabloc, 36.000 alternanze/ora.



martedì 24 gennaio 2017

Timor Automatic



ENGLISH (il testo italiano si trova più in basso nella pagina)
This is a rather typical instance of a mid-range self-winding watch dating back to the 1950s. Timor was an "établisseur", that is a manufacturer that did not actually manufacture any components and confined itself to assembling cases, dials, hands and movements ordered from external suppliers. This timepiece is fitted with a Felsa "Inversator" Caliber and a waterproof case made by Guillod & Cie. from La Chaux-de-Fonds. The company itself had its headquarters in La Chaux-de-Fonds, the Swiss watchmaking metropolis located on the Jura ridge, 1000 m above sea level. The trade press of the 1950s and 1960s often run ads whose catch phrase was "Trust Timor - It's tested!" - see at the bottom of this page and  check out pages 146 and 240 of Watch Ads 1900-1959 for two more examples of that. Comparatively large for the time, this timepiece features a dial with engine turned outer ring.


Functions Hours, minutes, seconds.
Size Diameter 36 mm, thickness 9 mm.
Case 18k pink gold, snap-on back.
Movement Calibre Felsa 1561, self winding, diameter 26 mm, thickness 5.81 mm, 17 jewels, rotor winding in both directions, Glucydur screw balance, flat hairspring, shock absorber, 18,000 vibrations per hour.


ITALIANO
Classico esempio di orologio automatico di gamma media prodotto negli Anni 50. Timor era un "établisseur", cioè un fabbricante che in realtà non fabbricava alcun componente e si limitava all'assemblaggio di casse, quadranti, lancette e movimenti acquistati presso fornitori esterni. Questo segnatempo è equipaggiato con un calibro Felsa "Inversator" e una cassa impermeabile prodotta da Guillod & Cie. di La Chaux-de-Fonds. La stessa Timor aveva sede a La Chaux-de-Fonds, la metropoli orologiera svizzera ubicata sulla catena del Giura, a 1000 metri di altitudine. Sulla stampa specializzata degli Anni 50 e 60 apparivano spesso annunci pubblicitari il cui slogan era "Fidatevi di Timor - È stato testato" (vedi l'immagine qui sotto. Alle pagine 146 e 240 di Watch Ads 1900-1959 ci sono altri due esempi). Relativamente grande per la sua epoca, questo orologio ha un quadrante con anello esterno rabescato.

 èun fabbricante che in realtà non fabbricava alcun componented a waterproof case made by Guillod & Co. from
Funzioni Ore, minuti, secondi.
Dimensioni Diametro 36 mm, spessore 9 mm.
Cassa Oro rosa 18k, fondo chiuso a pressione. 
Movimento Calibro Felsa 1561, automatico, diametro 26 mm, spessore 5,81 mm, 17 rubini, rotore a carica bidirezionale, bilanciere Glucydur a viti, spirale piana, dispositivo antiurto, 18.000 alternanze/ora.