domenica 30 aprile 2017

Borel Fils & Co.



ENGLISH (il testo italiano è più in basso)
This unsual timepiece of the early 1930s features a complex case design that was the object of a patent claim - see the markings ("Brevet Dem. / Pat.app.for") inside the case back. The watch proper is placed inside a larger case and protected by a lid, whose upper part is covered with reptile skin identical to that used for the strap. One had to lift the lid in order to read the time. The inner case could then flip out on a hinge, enabling the conversion from wristwatch to a table clock readable in the dark thanks to the luminescent hands and numerals.
Reptile skin was introduced in watch cases by Movado. The La Chaux-de-Fonds manufacturer launched the Valentino pocket watch in 1925, as a tribute to the top movie star and elegance icon of the time. In 1930 the wrist version was born.


Among the manufacturers that followed on the trend, Borel Fils & Co. tried to distinguish themselves with this example. Practicality was sacrificed to style, as a simple arm movement was not sufficient to read the time - an acceptable shortcoming at a time when many men still used to wear their watches in a vest pocket.
The markings found on the caseback interior provide a few interesting informations. The "big bear" symbol on the left hand side and the "small bear" on the right hand side identify Swiss silver 0.875 and higher. This case being in 0.935 silver, the manufacturer added the "sterling silver" mention (minimum millesimal fineness: 925) to ensure that the superior quality of its product was evident.


The casemaker was Huguenin Frères from Le Locle - hence the HF initials and a confusing hallmark. The "Niel" mention refers to Niello, a popular decorative technique of the Art Nouveau period. Niello silver cases are typically made with relieved designs colored with a chemical oxidation. Puzzingly, this decoration is nowhere to be found here. Was it erased by age? Did the manufacturer simply want to remind that it specialized in this technique? Did he originally mean to apply it and changed his mind after having the piece hallmarked? It is hard to say.  
Finally, the crescent moon and imperial crown symbol found at the bottom is the German hallmark for silver. This does not necessarily suggest that the item was assayed or hallmarked in the country, as Swiss manufacturers were allowed to strike the German mark on products meant for that market.


Borel Fils & Co. was founded in 1850 by Gustave Borel-Huguenin. The company should not be mistaken for the similarly named and better known Ernest Borel & Cie, also based in Neuchâtel. Very few informations are available about Borel Fils & Co. Its products sold well on the Russian market until the October Revolution. The company assembled high-grade timepieces like this one, as well as mid-range products. The 1947 ad (see page bottom) features a men's watch of the post-war period. The company appeared in the 1958 Swiss Watch Directory. Later on, Ernest Borel acquired the brand name and registered it as Borel Fils.
Functions Hours, minutes.
Case 0.935 sterling silver and reptile skin.
Size Outer case 37 x 25 mm, thickness 9 mm. Inner case 23 x 24 mm, thickness 7 mm.
Movement Manual winding, 21 mm, 15 jewels, bimetallic cut balance, flat hairspring, 18,000 vibrations per hour.


ITALIANO 
Questo insolito esemplare dei primi Anni 30 presenta una cassa elaborata che fu oggetto di una domanda di brevetto: vedi la scritta "Brevet Dem. / Pat.App.For" all'interno del fondo. L'orologio vero e proprio poggia su un supporto di dimensioni più grandi ed è protetto da un coperchio la cui parte superiore è rivestita di pelle di rettile identica a quella usata per il cinturino. Per leggere l'ora bisognava sollevare il coperchio incernierato sul supporto. La cassa interna poteva essere sollevata a sua volta, permettendo di trasformare l'orologio da polso in orologio da tavolino, leggibile al buio grazie alle lancette e agli indici luminescenti.
Fu Movado a lanciare la pelle di rettile nelle casse degli orologi. La manifattura di La Chaux-de-Fonds lanciò l'orologio da tasca Valentino nel 1925 per rendere omaggio all'attore più famoso dell'epoca, nonché icona dell'eleganza. Nel 1930 arrivò la versione da tasca.


Tra i fabbricanti che ne seguirono l'esempio ci fu Borel Fils & Co., che provò a distinguersi dalla concorrenza con questo modello. La ricerca dello stile ebbe la meglio su quella della praticità, visto che non era possibile leggere l'ora con un semplice movimento del polso: inconveniente accettabile in un periodo in cui molti uomini avevano ancora l'abitudine di indossare l'orologio nella tasca del gilet.
Le scritte e all'interno del fondo cassa forniscono alcune informazioni interessanti. I due simboli dell'orso - grande sulla sinistra e piccolo sulla destra - identificano l'argento di produzione svizzera con tenore superiore agli 875 millesimi. Visto che la cassa è d'argento 935, si può ipotizzare che il fabbricante abbia utilizzato la menzione "sterling silver" (tenore minimo d'argento: 925) per sottolineare la qualità superiore del manufatto.


Il produttore della cassa è Huguenin Frères, Casa di Le Locle le cui iniziali HF appaiono due volte e in un caso generano qualche perplessità. La menzione "Niel" si riferisce al niello, tecnica decorativa molto apprezzata nel periodo Art Déco. Sulle casse d'argento si incidevano motivi in rilievo che erano poi colorati mediante ossidazione chimica.
Stranamente, però, non vi sono tracce di questa decorazione sulla cassa di questo esemplare. Cancellata dall'età? Il fabbricante intendeva semplicemente rammentare che era uno specialista di questa tecnica? O aveva intenzione di utilizzarla per poi cambiare idea dopo aver fatto incidere il punzone? Difficile dare una risposta.
Infine, la mezzaluna e la corona imperiale incise sulla parte inferiore del fondo rappresentano il punzone tedesco dell'argento. Questo non significa necessariamente che la cassa è stata certificata e punzonata in Germania. I fabbricanti svizzeri avevano infatti l'autorizzazione di applicare il marchio sui prodotti destinati a quel mercato.


Borel Fils & Co. fu fondata nel 1850 da Gustave Borel-Huguenin. La compagnia non va confusa con Ernest Borel & Cie., Casa più nota e con sede nella stessa città (Neuchâtel). Purtroppo le informazioni disponibili su Borel Fils & Co. sono esigue. Si sa che i suoi prodotti ebbero un certo successo in Russia prima della Rivoluzione d'Ottobre. La casa assemblava orologi d'alta gamma come quello illustrato, ma anche pezzi di qualità media. L'annuncio pubblicitario visibile in fondo alla pagina mostra un modello per uomo tipico del secondo dopoguerra. Il nome della compagnia appare sull'Indicatore svizzero dell'orologeria del 1958. In seguito, Ernest Borel acquisì il marchio registrandolo come Borel Fils.
Funzioni Ore, minuti.
Cassa Argento sterling 0,935, pelle di rettile.
Misure Cassa esterna 37 x 25 mm, spessore 9 mm. Cassa interna 23 x 24 mm, spessore 7 mm. 
Movimento Carica manuale, 21 mm, 15 rubini, bilanciere bimetallico tagliato, spirale piana, 18.000 alternanze/ora.


 

martedì 25 aprile 2017

Watch Books

ENGLISH
The Watch Books series is an ambitious publishing project aiming to provide a thorough overview of 20th Century watchmaking. The first three volumes are on sale already.
The Museum Collection is a voyage through time(keepers), an entrance ticket to an exhibition, a source of advice and inspiration for watch lovers seeking to build up a collection featuring the most significant wristwatches of the 20th Century from a technical as well as style viewpoint.
Watch Ads is a two-volume selection of images that take the reader throughout a century of communication relating to the watchmaking industry and provide an unusual look into the evolution of design, style and the public's tastes.



ITALIANO
La serie Watch Books è un ambizioso progetto editoriale che punta a fornire una panoramica completa dell'orologeria nel Ventesimo Secolo. I primi tre volumi sono già disponibili.
The Museum Collection è un viaggio attraverso gli strumenti per la misura del tempo, il biglietto d'ingresso di una mostra, una fonte d'ispirazione per gli appassionati desiderosi di costruire una collezione comprendente i cento orologi da polso più rilevanti del Ventesimo Secolo sotto il profilo tecnico ed estetico.
I due volumi di Watch Ads contengono un'ampia rassegna di annunci pubblicitari che guidano il lettore attraverso un secolo di comunicazione legata all'industria orologiera e foniscono una panoramica insolita sull'evoluzione del design, dello stile e dei gusti del pubblico.


sabato 22 aprile 2017

Baselworld 2017 - 4

Two more timepieces launched at Baselworld 2017
Altri due modelli presentati a Baselworld 2017


Chopard - L.U.C. Lunar One
ENGLISH
Launched in 2005, this perpetual calendar model with astronomical moon-phase display is now available in a 100-piece limited series with a 43 mm case entirely made of 950 platinum. The moon-phase display is not merely a disc rotating beneath the dial, but instead a complex set of components indicating the exact appearance of the moon. This orbital moon imitates the path of the evening star and boasts astronomical precision, since it will take 122 years to accumulate a one-day time lag compared with the actual moon and only then will it require adjustment. The Calibre 96.13-L bears the Poinçon de Genève quality hallmark and is certified by the COSC, the Swiss Official Chronometer Testing Institute.

ITALIANO
Lanciato nel 2005, questo modello con calendario perpetuo e visualizzazione astronomica delle fasi lunari è oggi disponibile in una serie limitata di 100 pezzi con cassa da 43 mm realizzata in platino 950. L'indicazione della fasi lunari non è un semplice disco che ruota sotto il quadrante, ma un insieme complesso di parti che indicano l'aspetto esatto della luna. Questa luna orbitale imita il cammino dell'astro notturno e vanta una precisione astronomica: ci vorranno 122 anni prima che accumuli uno scarto di un giorno rispetto alla luna reale, e solo allora sarà necessaria una correzione. Il Calibro 96.13-L è inciso con il Punzone di qualità di Ginevra e certificato dal COSC, agenzia ufficiale svizzera di controllo cronometrico.


Tissot - T-Race MotoGPTM Automatic Limited Edition 2017
ENGLISH
This chronograph acknowledges the partnership between Tissot and MotoGP It features a rose gold PVD case and dashboard counters on the carbon like dial. The footrest pushers and the rear suspension rode are illustrated in the bracelet’s attachment to the case. The automatic movement is visible through the transparent rim-like backcase. The brake-disk, as well as having its place on the bezel, is also portrayed on the oscillating mass, with the lines illustrating the same tyre treads as on the rubber bracelet. The watch comes in a 2017-piece limited series and with special helmet box.


ITALIANO   
Questo cronografo celebra l'abbinamento di Tissot con il campionato MotoGP. Lo caratterizzano la cassa d'oro rosa e PVD, i contatori del quadrante che somigliano a quelli di un cruscotto. I pulsanti ricordano la forma dei poggiapiedi e le anse si ispirano alla molla della sospensione posteriore. Il movimento automatico è visibile attraverso il fondello trasparente a cerchio. Il disco del freno, oltre a essere presente sulla lunetta, è raffigurato anche sulla massa oscillante, con linee che creano impronte di pneumatici simili a quelle incise sul cinturino di caucciù. Creato in serie limitata di 2017 pezzi, l'orologio è accompagnato da una scatola speciale a forma di casco.

 

martedì 18 aprile 2017

Vintage ad - Vacheron et Constantin


ENGLISH

"The wings of Fame spread the name Vacheron et Constantin all over the world" - reputation is the key sales argument put forward by this claim dating back to 1946. The artistic quality of the accompanying image is also worth noting. Then, as now, the Geneva manufacturer produced high-end timepieces meant for exacting and image conscious customers.
Interested in vintage watch ads? Please visit the page about my latest release - Watch Ads 1900-2000, a two-volume pictorial history of communication and design in 20th Century watchmaking.
Click here to display and download a 20-page preview.
Please note that the vintage ads presented in this Blog are not featured in the Watch Ads books.



ITALIANO

"Le ali della fama accompagnano il nome Vacheron et Constantin in tutto il mondo": l'argomento di vendita principale di questo slogan del 1946 è la reputazione. È degna di nota anche la qualità artistica dell'immagine che lo accompagna. Allora, come oggi, la Casa di Ginevra produceva orologi d'alta gamma per compratori esigenti e sensibili all'immagine.
Ti piacciono le pubblicità d'epoca? Visita la pagina sulla mia ultima novità editoriale: Watch Ads 1900-2000, una storia illustrata in due volumi della comunicazione e del design nell'orologeria del Novecento. 
Clicca qui per visualizzare e scaricare un'anteprima di 20 pagine. 
Gli annunci pubblicitari d'epoca presentati in questo Blog non sono inseriti nei volumi Watch Ads.


venerdì 14 aprile 2017

Baselworld 2017 - 3

Two more timepieces launched at Baselworld 2017 - Altri due modelli presentati a Baselworld 2017

Patek Philippe - Ref. 5320G
ENGLISH
The new Ref. 5320G Perpetual Calendar features a retro-modernistic dial that draws inspiration from the manifacturer's timepieces of the 1940s - a double aperture for the day and month displays at 12 o'clock and a subsidiary dial at 6 o'clock for the analog date and the moon phases. Further useful indications are the small round day/night aperture between 7 and 8 o'clock, and a round aperture for the leap year cycle with Arabic numerals from 1 to 4 between 4 and 5 o'clock. The caliber 324 SQ is a new version of the self-winding movement 324 featuring a large central rotor in 21K gold. The 40mm, 18K white-gold case reflects the same vintage style expressed by the architecture of the dial and represents state-of-the-art technology. A so-called box-form sapphire-crystal glass was chosen to keep the case flanks slender and endow the watch with a contemporary vintage look.


ITALIANO
Il nuovo Calendario perpetuo Ref. 5320G presenta un quadrante retro-modernista che si ispira ai modelli creati dalla Manifattura negli Anni 40: doppia finestrella per la visualizzazione del giorno e del mese a ore 12 e un quadrante ausiliario a ore 6 per la data e le fasi lunari. Vi sono inoltre le utili indicazioni aggiuntive del giorno e della notte (finestrella tra le ore 7 e 8), e una finestrella rotonda per il ciclo bisestile, con numeri arabi da 1 a 4 tra le ore 4 e 5. Il Calibro 324 SQ è una nuova versione del movimento automatico 324 con ampio rotore centrale d'oro 21 carati.
La cassa d'oro bianco 18 carati ha un diametro di 40 mm, riprende lo stile vintage che troviamo nell'architettura del quadrante e vanta contenuti di tecnologia avanzata. I progettisti hanno scelto un cristallo di zaffiro fortemente bombato di tipo "box" che danno un aspetto particolarmente sottile ai fianchi.

Eterna - Kon Tiki Bronze Manufacture
ENGLISH
Eterna marks the 70th anniversary of Thor Heyerdahl’s KonTiki expedition with a 44mm limited edition timepiece manufactured, for the first time, out of bronze. This alloy is able to resist the agressivity of salt water thanks to its ability to superficially oxidize and create a greenish/brown copper oxide layer that protects it from the elements. This layer develops differently for each wearer, making it an appreciated material for a watch case. Triangular luminescent hour markers are contrasted against a jet-black, granite-patterned dial, while a unidirectional rotating bezel frames the dial with a "no decompression limits scale". The latter provides divers with a backup to their diving computers as it indicates the amount of time a diver can spend at a particular depth before he will have to decompress. The collection is limited to 300 pieces.


ITALIANO
Eterna celebra il 70. anniversario della spedizione Kon Tiki di Thor Heyerdahl con un orologio da 44 mm in edizione limitata e cassa realizzata, per la prima volta, in bronzo. Questa lega può resistere all'aggressione dell'acqua salata grazie alla sua proprietà di ossidarsi in superficie creando uno strato di colore verde-marrone che la protegge dagli elementi. Questo strato assume un aspetto diverso a seconda di chi indossa l'oggetto, facendone un materiale assai apprezzato per la cassa di un orologio. Gli indici luminescenti triangolari spiccano sul quadrante nero con motivo granito, mentre sulla ghiera girevole monodirezionale appare una scala di decompressione. Quest'ultima fornisce un ausilio ai computer d'immersione, indicando il lasso di tempo massimo che il sub può trascorrere a una data profondità prima di dover decomprimere. La serie è limitata a 300 pezzi.


domenica 9 aprile 2017

Minerva chronograph



ENGLISH
The company was founded in 1858 by brothers Charles-Yvan and Hippolyte Robert as Robert Frères. After several name changes, it was registered as Minerva in the late 1920s. As a manufacturer that designed and produced its own movements, Minerva mostly gained its reputation for high-grade chronographs such as this large timepiece dating back to the 1930s. Its movement was originally meant for pocket watches and only later on, when wrist chronographs became popular, it was fitted in timepieces to be worn on the wrist. In the early 2000s, Minerva launched a replica of this chronograph. It was discontined after the Richemont Group took over the company (2006) and assigned its Villeret manufacturing plant to Montblanc.
Functions Hour, minutes, seconds, chronograph with 30-minute register.
Size Diameter 45 mm, thickness 14 mm.
Case Stainless steel, snap-on back.
Movement Caliber 19/9, manual winding, diameter 42.15 mm, thickness 7.6 mm, 17 jewels, monometallic screw balance, Breguet hairspring, 18,000 vibrations per hour.





ITALIANO
La Casa fu fondata nel 1858 dai fratelli Charles-Yvan e Hippolyte Robert con il nome di Robert Frères. Dopo diversi cambi di ragione sociale, adottò il nome Minerva verso la fine degli Anni 20. Autentica manifattura in grado di progettare e fabbricare i movimenti al proprio interno, Minerva si guadagnò una reputazione lusinghiera grazie a cronografi d'alta gamma come questo, che risale agli Anni 30. In origine, il movimento fu concepito per orologi da tasca, ma quando diventarono popolari i cronografi da polso fu usato anche in orologi da indossare al polso. Nei primi Anni 2000, Minerva ha lanciato una replica di questo cronografo. La fabbricazione fu abbandonata quando il Gruppo Richemont assorbì la compagnia (2006) e ne assegnò a Montblanc la struttura produttiva.
Funzioni Ore, minuti, secondi, cronografo con contatore a 30 minuti.
Dimensioni Diametro 45 mm. spessore 14 mm.
Cassa Acciaio inossidabile, fondo chiuso a pressione.
Movimento Calibro 19/9, carica manuale, diametro 42,15 mm, spessore 7,6 mm, 17 rubini, bilanciere monometallico a viti, spirale Breguet, 18.000 alternanze/ora.


martedì 4 aprile 2017

Vintage ad - Seiko

ENGLISH
"Someday all watches will be made our way". Taken from a French magazine, this 1973 ad features a stainless steel watch of the Seiko Quartz collection. The Japanese manufacturer used the same brand claim twenty years later, for the launch of the Kinetic collection (self-winding quartz watches).
Interested in vintage watch ads? Please visit the page about my latest release - Watch Ads 1900-2000, a two-volume pictorial history of communication and design in 20th Century watchmaking.
Click here to display and download a 20-page preview of Volume 1.
Please note that the vintage ads presented in this Blog are not featured in the Watch Ads books.



ITALIANO
"Un giorno tutti gli orologi siano fatti come i nostri". Tratto da una rivista francese, questo annuncio del 1973 presenta un orologio d'acciaio della collezione Seiko Quartz. La Casa giapponese usò lo stesso slogan vent'anni più tardi, per il lancio della collezione Kinetic (automatici al quarzo).
Ti piacciono le pubblicità d'epoca? Visita la pagina sulla mia ultima novità editoriale: Watch Ads 1900-2000, una storia illustrata in due volumi della comunicazione e del design nell'orologeria del Novecento. 
Clicca qui per visualizzare e scaricare un'anteprima di 20 pagine del Volume 1. 
Gli annunci pubblicitari d'epoca presentati in questo Blog non sono inseriti nei volumi Watch Ads.


sabato 1 aprile 2017

LeCoultre Futurematic



ENGLISH
Master repairer Maurilio Savoldelli from Milan was kind enough to share with me this awesome slow motion footage of a Futurematic running movement. Which gave me the idea to post a few informations about this unusual watch dating back to the 1950s.


Launched in 1953 as "the world's first fully automatic wristwatch", the Futurematic was fitted with Caliber 497 and featured a few unique innovations. Convinced that the winding crown was superfluous in automatic watches, Jaeger-LeCoultre eliminated the entire keyless mechanism in order to make room for a larger and heavier balance wheel, thus achieving a higher degree of accuracy. An additional device locks the oscillating weight when the mainspring reaches its full power reserve (40 hours).


The movement holds a 6-hour power reserve when it stops running, thus allowing for instantaneous starting as soon as its owner wears it. The up-and-down indicator on the left-hand side of the dial reminds of the available power reserve. The sliding button located on the case back enables to stop the movement and set the hands precisely to the second when the radio time signal is received. Finally, the winding weight is centrally suspended both above and below the movement - a sturdy design that prevents lateral movements and reduces wear.

 
Functions Hours, minutes, seconds, power reserve indicator.
Size Diameter 36 mm, thickness 11 mm.
Case Stainless steel, snap-on back.
Movement Caliber 497, self-winding, diameter 31.3 mm, thickness 6.3 mm, 17 jewels, rotor winding in both directions, monometallic screw balance, flat hairspring, Kif shock absorber, 18,000 vibrations per hour. 

ITALIANO
Maurilio Savoldelli, maestro riparatore di Milano, mi ha fatto la cortesia di condividere questo suggestivo video al rallentatore di un movimento Futurematic in marcia (vedi l'inizio di questo post). È una buona occasione per trattare brevemente questo orologio insolito degli Anni 50.

Lanciato nel 1953 come "il primo orologio integralmente automatico del mondo", il Futurematic era animato dal Calibro 497 e aveva alcune caratteristiche uniche. Convinta che negli orologi automatici la corona di carica fosse superflua, Jaeger-LeCoultre eliminò il relativo meccanismo per fare posto a un bilanciere più grande e più pesante, ottenendo così una precisione accresciuta. Un dispositivo addizionale attiva il blocco della massa oscillante quando la molla raggiunge la massima riserva di carica (40 ore). Il movimento trattiene un'autonomia di circa 6 ore anche quando si ferma, permettendo una ripartenza immediata appena il possessore lo mette al polso. Il contatore dell'autonomia residua sul lato sinistro del quadrante rammenta lo stato di carica della molla.


Il bottone a slitta ubicato sul fondo della cassa permette di arrestare il movimento e di mettere le lancette all'ora sincronizzando quella dei secondi con il segnale orario proveniente, per esempio, da una radio. Infine, la massa oscillante è fissata su entrambe le parti del movimento, superiore e inferiore: una costruzione robusta che evita gli spostamenti laterali e previene l'eccesso di usura.


Funzioni Ore, minuti, secondi, indicazione dell'autonomia residua.
Misure Diametro 36 mm, spessore 11 mm.
Cassa Acciaio inossidabile, fondo chiuso a pressione. 
Movimento Calibro 497, automatico, diametro 31,3 mm, spessore 6,3 mm, 17 rubini, rotore a carica bidirezionale, bilanciere monometallico a viti, spirale piana, dispositivo antiurto Kif, 18.000 alternanze/ora.