domenica 10 novembre 2019

Watches & Cars - Vacheron & Constantin / Horch (1939)



ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
This 1:18 diecast model reproduces the Horch 855 Roadster, introduced in 1939. A part of the Auto Union Group, which also included Audi, the German manufacturer was mostly known for the luxury cars that introduced 8-cylinder engines in series production.


The extravagantly expensive 855 Roadster was produced in less than ten examples a few months before World War II broke out. This video clip features the life-size car that inspired the model's creators, on display at the 2014 Salon Retromobile in Paris.


It is safe to assume that the owners of such vehicles did not wear ordinary timepieces. This Vacheron & Constantin Ref. 4072 chronograph might have been a decent match, as its production started more or less at the same time Horch introduced its dream car, and the Geneva brand enjoyed a flattering reputation among affluent gentlemen of the time.


The beautifully finished, indelible silvered dial of this example does not feature the tachymeter scale that allows for speed measurement, but the buyer probably did not mind – he got all the information he needed from his car’s dashboard.


The movement is Caliber 434, an upgrade of Caliber 22 that the well-known chronograph specialist Valjoux made exclusively for Vacheron & Constantin. Click here if you wish to know more about the Ref. 4072. 

 
ITALIANO
Questo modellino metallico in scala 1:18 riproduce la Horch 855 Roadster del 1939. Il fabbricante tedesco, membro del gruppo Auto Union di cui faceva parte anche Audi, era noto soprattutto per le auto di lusso che introdussero i motori a 8 cilindri nella produzione di serie. Eccezionalmente costosa, la 855 fu prodotta in meno di dieci esemplari alcuni mesi prima che cominciasse la Seconda Guerra Mondiale. Questo video mostra l'esemplare autentico che ha ispirato i creatori del modellino, esposto a Parigi durante il Salone Retromobile del 2014.
Si può immaginare che i proprietari di vetture come questa non indossassero orologi qualunque. Il cronografo Ref. 4072 di Vacheron Constantin poteva costituire un abbinamento appropriato. La sua produzione cominciò più o meno nello stesso periodo in cui Horch lanciò la sua Roadster da sogno, e la Casa di Ginevra godeva di una reputazione lusinghiera presso le classi abbienti del tempo.
Il quadrante argentato indelebile e splendidamente rifinito di questo esemplare non possiede la scala tachimetrica indispensabile per misurare la velocità, ma al compratore probabilmente non interessava perché poteva leggere queste informazioni sul cruscotto della sua auto. Il movimento è il Calibro 434, raffinata versione del Calibro 22 che Valjoux, noto specialista dei cronografi, destinava esclusivamente a Vacheron & Constantin. Clicca qui se vuoi saperne di più sulla Ref. 4072.


mercoledì 6 novembre 2019

Vintage Ads - Rado (1963)

ENGLISH (il testo italiano è sotto l'immagine)
"A revolutionary watch in the top Swiss quality – DiaStar is the only watch in the world that preserves its eternal shining beauty ". Scratchproof, waterproof, accurate: the self-winding timepiece launched in 1962 by the manufacturer from Lengnau would go on to become the company’s best-selling product for a decade.
Do you wish to know more about it? Then The Museum Collection is a must-read for you. My book about 100 milestones of 20th Century watchmaking features 2 pages about the DiaStar. Watch the video clip about the book and download the 20-page preview.           
Do you like vintage watch ads? Visit the page about Watch Ads, my two-volume pictorial history of communication and design in 20th Century watchmaking. You can also watch the video about the publication and download a 20-page preview of Volume 1.
The vintage ads presented in this Blog are not featured in the Watch Ads books.


ITALIANO
“Un orologio rivoluzionario della migliore qualità svizzera – DiaStar è l’unico orologio del mondo che conserva per sempre la sua lucente bellezza”. Inscalfibile, impermeabile preciso: l’automatico lanciato nel 1962 dalla Casa di Lengnau sarebbe diventato il suo prodotto di maggiore successo nei dieci anni seguenti.
Vuoi saperne di più? Allora The Museum Collection è la lettura che fa per te. Il mio libro su 100 icone dell’orologeria del Novecento contiene 2 pagine sul DiaStar. Guarda il video sull’opera e scarica l’anteprima di 20 pagine.
Ti piacciono le pubblicità d'epoca? Visita la pagina su Watch Ads, la mia storia illustrata in due volumi della comunicazione e del design nell'orologeria del Novecento. Guarda il video sull'opera e scarica l'anteprima di 20 pagine del Volume 1.
Gli annunci pubblicitari d'epoca che vedi in questo Blog non sono presentati nei volumi Watch Ads.


 

domenica 3 novembre 2019

Art & Time - Simon Cederquist

ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
Astronauts, elephants, deers, lights, shadows, typewriters, telescopes … And table clocks, longcase clocks, watchmaking tools. Time and timepieces are recurring themes in the works of the Swedish photographer Simon Cederquist. Two examples of his surrealistic style are shown here.


“The watchmaker” (above) features an unusual craftsman in a cramped workshop. In “The Eighth Day” (below), longcase clocks are lined up along the right wall of a narrow canyon, as an elephant, an astronaut and a deer walk towards the setting sun.


Salvador Dali is one the biggest inspirations for Cederquist, who won a contest titled “What would Dali do?” back in 2009. He combines studio work and darkroom skills with Photoshop editing.
All of his photographs are carefully thought through, even planning the details like how many centimeters away from the ground the camera needs to be, and accordingly, how to achieve the perfect shadows. When he travels to different countries, he researches the position of the sun at a specific time of the day, and this in order to achieve the same shadows when he later photographs people and objects in the studio.
The final artworks are mosaics made out of images printed with an inkjet printer, then glued with bookbinder glue on an artist’s linen cloth, painted by the artist with acrylic paint, and coated with UV-protective high gloss varnish.

ITALIANO
Astronauti, elefanti, cervi, luci, ombre, machine da scrivere, cannocchiali … E orologi da tavolo, da parete, strumenti per orologiai. Il tempo e i segnatempo sono temi ricorrenti nell’opera del fotografo svedese Simon Cederquist. Ecco due esempi del suo stile surrealista. “L’orologiaio” presenta un artigiano insolito in un laboratorio angusto. In “L’ottavo giorno” una serie di orologi da parete sono allineati sul lato destro di uno stretto canyon dove un elefante, un astronauta e un cervo camminano verso il tramonto.
Salvador Dalì è una delle fonti d’ispirazione principali di Cederquist, che nel 2009 ha vinto una competizione intitolata “Cosa farebbe Dalì?”. La sua arte coniuga il lavoro in studio e nella camera oscura con il ritocco mediante Photoshop. Le sue immagini sono il frutto di uno studio meticoloso che arriva alla definizione di dettagli come la distanza in centimetri della macchina fotografica dal suolo, finalizzata a ottenere ombre perfette. Quando è in viaggio all’estero, Cederquist studia la posizione del sole in ogni momento della giornata per riprodurre le ombre quando fotografa oggetti e persone in studio.
Il risultato finale è un mosaico d’immagini ottenute con stampanti a getto d’inchiostro, incollate su tela da artista con colla per rilegatori, dipinte con colori acrilici e infine rivestite con vernice extra lucida per la protezione dai raggi UV.


lunedì 28 ottobre 2019

Vintage timepieces - Juvenia Arithmo (1940s)

A calculator watch form the 1940s (English)
Check out our YouTube channel for more video clips about vintage watches and subscribe if you haven't already!

Un orologio calcolatore degli Anni 40 (italiano)
Visita il nostro canale YouTube per guardare altri video sugli orologi vintage e iscriviti se non l'hai già fatto!


mercoledì 23 ottobre 2019

New Watches 2019 (2)

BREGUET
Tourbillon Extra-Plat Squelette - The skeletonised movement of this tourbillon watch is just 3mm high. The decoration on what remains of the plate features a "Clous de Paris" hobnail pattern involving a diamond-tipped guillochage technique, a first at Breguet. The fluted pink gold case is topped with a narrow bezel.


DE BETHUNE
Maxichrono DB21 Re-edition - The brand returns to the complex mechanisms of the DB21 Maxichrono in a limited edition of ten pieces in titanium. This lightweight, comfortable material is used for the 44.40mm case as well as for the floating lugs, this time in a blued version.


JAQUET DROZ
Grande Seconde Off-Center Chronograph - This monopusher chronograph features a manufacture movement with column wheel and silicon balance spring. The off-centre positioning of the hours and minutes subdial creates space for the 30-minute chronograph counter that combines with a retrograde date display.


IWC 
Pilot’s Watch Timezoner Spitfire Edition “The Longest Flight” - This timepiece combines the patented Timezoner mechanism with an in-house automatic movement. The watch is set to a different time zone by a rotation of the bezel. The hour hand, 24-hour display (on a disc at 12 o'clock) and date all automatically adjust at the same time.


RESSENCE
Type 2 - The first mechanical watch with a smart crown features the Ressence Orbital Convex System (ROCS) module, and an e-Crown that automatically adjusts and sets the watch to the right time, thus combining the reliability of electronics with the emotional appeal of mechanical engineering.

 

sabato 19 ottobre 2019

Vintage timepieces - Audemars Piguet (late 1940s)


ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
Though rather small by contemporary standards, this dress watch dating back to the late 1940s  was meant for the male public. The platinum version with diamond-studded dial is featured in the Audemars Piguet history published by the brand in 2000.
Functions Hours, minutes, seconds.
Size Diameter 31 mm, thickness 8 mm.
Case 18kt gold, snap-on back.
Movement Calibre RS, manual winding, 22.5 mm, 18 jewels, monometallic screw balance, Breguet hairpsring, eight adjustments, 18,000 vibrations per hour.


ITALIANO
Benché appaia piuttosto piccolo rispetto agli standard degli Anni 2000, questo orologio elegante degli Anni 40 era destinato al pubblico maschile. La versione di platino con quadrante incastonato di brillanti appare nella storia di Audemars Piguet pubblicata dalla Casa nel 2000.
Funzioni Ore, minuti, secondi.
Misure Diametro 31 mm, spessore 8 mm.
Cassa Oro 18ct, fondo chiuso a pressione.
Movimento Calibro RS, carica manuale, diametro 22.5 mm, 18 rubini, bilanciere monometallico a viti, spirale Breguet, otto regolazioni, 18.000 alternanze/ora.


martedì 15 ottobre 2019

Wingwatch - The novel

A tale of courage and a voyage through time. Click here to learn more and here to read the first three chapters.

The eBook is on sale at amazon and at the retailers listed here.
The paperback version is  available at amazon. This edition includes over 130 pictures and additional contents.


L'orologio con le ali - Romanzo

Una favola sul coraggio e un viaggio nel tempo. Clicca qui per saperne di più e qui per leggere i primi tre capitoli del romanzo.

Se desideri acquistare il testo integrale, lo trovi in formato digitale (eBook) su Amazon.it e presso i rivenditori elencati qui.
Se preferisci la versione stampata (paperback), puoi acquistarla su Amazon.it.


La montre ailée - Roman

Un récit sur le courage et un voyage à travers le temps. Cliquez ici pour en savoir plus et ici pour lire les trois premiers chapitres.

Cliquez ici pour commander la version papier du livre. 
La version numérique est disponible chez amazon
et chez les vendeurs en ligne indiqués ici.

 

venerdì 11 ottobre 2019

Vintage Watch Fairs - Basel (1932)


ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
The picture above brings us back to 1932 and the second edition of the Basel Watch Fair. This booth showcased the products of the Watchmakers Community (Collectivité des fabricants d’horlogerie) from La Chaux-de-Fonds, an influential group that included fifty manufacturers and accounted for half the national output.
The talk of the town was about two kinds of timepieces in particular – the digital models (above) that enjoyed a growing popularity after their launch in 1931, and a couple of newly patented automatics, among which the Wig-Wag (below).
 
ITALIANO
La foto in alto ci porta indietro nel tempo fino al 1932 e alla seconda edizione della Fiera di Basilea. Questo stand esponeva i prodotti della Comunità dei Fabbricanti (Collectivité des Fabricants d’horlogerie) di La Chaux-de-Fonds, importante gruppo che riuniva cinquanta aziende e rappresentava metà della produzione nazionale.
Le novità sulla bocca di tutti erano due orologi in particolare: i digitali (foto al centro) che godevano di crescente popolarità dopo il loro debutto nel 1931 e un paio di automatici appena brevettati, tra i quali il Wig-Wag (sopra).


lunedì 7 ottobre 2019

Vintage Press - Journal Suisse d'Horlogerie (1967)


ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
The cover of this magazine dating back to 1967 features a view of Basel exhibition center, the venue of the Swiss Watch Show since the early 1930s. As the official publication of the event, the Journal Suisse d’Horlogerie (Swiss Watchmaking Magazine) publishes a full 20 pages guide for professional visitors that includes the list of exhibitors and their stands’ location.

The editorial deals with a statement made in 1966 by Mr Yamada, Citizen’s chairman, according to which Japan will become the world’s top watch manufacturing country in five years’ time. Should Switzerland worry about its Asian competitor? Yes and No is the answer. The current growth rhythm suggests that the five-year goal is unrealistic. As for the future, it will depend on research, development and marketing. (Japan will indeed get the top rank in 1977, only to lose it to Hong Kong one year later).

The section about selling techniques features the second instalment of what we would now call the buyer’s FAQs and the relevant answers. The main subjects are the watches’ accuracy and price, but topics such as the luminescent dials, shock absorbers and guarantee certificates are also dealt with.


Shopwindows being essential points of attraction for potential customers, the magazine offers a few tips on how to set them up. The wrong way to do that is found at the top left of the page. The two drawings on the right-hand side feature nice-looking stores.   

ITALIANO
Sulla copertina di questa rivista del 1967 troviamo una panoramica del centro espositivo di Basilea, sede della Fiera svizzera dell’orologeria fin dall’inizio degli Anni 30. Organo ufficiale della manifestazione, il Journal Suisse d’Horlogerie (Rivista svizzera dell’orologeria) pubblica una guida di 20 pagine destinata ai visitatori professionali, comprendente la lista degli espositori e l’ubicazione dei rispettivi stand.
L’editoriale (seconda foto dall’alto) è dedicato a una dichiarazione resa nel 1966 da Eiichi Yamada, presidente di Citizen, secondo la quale il Giappone diventerà il primo produttore mondiale d’orologi nel giro di cinque anni. La Svizzera deve preoccuparsi del suo concorrente asiatico? Sì e No, è la risposta. L’attuale ritmo di crescita sembra indicare che l’obiettivo dei cinque anni non è realistico. In quanto al futuro, dipenderà da fattori come la ricerca, lo sviluppo e il marketing. (nel 1977 il Giappone diventerà davvero il numero 1 mondiale, ma perderà il primato un anno dopo a favore di Hong Kong, ndr).
Nella sezione sulle tecniche di vendita (terza foto dall'alto) troviamo la seconda puntata di quelle che al giorno d’oggi chiameremmo le FAQ (domande frequenti) del compratore e le relative risposte. I temi principali sono la precisione e il prezzo degli orologi, ma c’è spazio anche per argomenti come i quadranti luminescenti, i dispositivi antiurto e i certificati di garanzia.
Visto che la vetrina è un richiamo importante per i potenziali compratori, la rivista offre qualche consiglio sull’allestimento. In alto a sinistra (foto in basso) c’è un esempio da non seguire. I due disegni sulla destra mostrano punti vendita attraenti.

 

giovedì 3 ottobre 2019

Vintage Ads - Alpina (1939)

ENGLISH (il testo italiano è sotto l'immagine)
"A waterproof watch that has proven its worth – Water resistant – Incabloc shock absorber – Antimagnetic - Stainless steel". In the 1930s, humidity was still a major concern for watchmakers. Having started production of watertight timepieces as early as in 1928, Alpina was more experienced than most competitors in the field. This ad features the Alpina 4 model, a sports watch that offered protection against water, as well as shocks, magnetic fields and rust. Moreover, its case was fitted with the recently introduced spring lugs that made strap changing easier.              
Do you like vintage watch ads? Visit the page about Watch Ads, my two-volume pictorial history of communication and design in 20th Century watchmaking. You can also watch the video about the publication and download a 20-page preview of Volume 1. The vintage ads presented in this Blog are not featured in the Watch Ads books.

 
ITALIANO
“Un orologio impermeabile che ha dimostrato la propria validità – Tenuta stagna – dispositivo antiurto Incabloc – Antimagnetico Inossidabile”. Negli Anni 30, l’umidità era ancora una preoccupazione significativa per i fabbricanti d’orologi. Avendo avviato la produzione di orologi impermeabili fin dal 1928, in questo ambito Alpina vantava un’esperienza superiore a quella di molti concorrenti. Questo annuncio presenta il modello Alpina 4, orologio sportivo protetto non solo contrro l’acqua ma anche contro gli urti, i campi magnetici e la ruggine. Inoltre, le anse erano provviste di barrette a molla, invenzione recente che agevolava la sostituzione del cinturino.   
Ti piacciono le pubblicità d'epoca? Visita la pagina su Watch Ads, la mia storia illustrata in due volumi della comunicazione e del design nell'orologeria del Novecento. Puoi anche guardare il video sull'opera e scaricare l'anteprima di 20 pagine del Volume 1.
Gli annunci pubblicitari d'epoca presentati in questo Blog non sono presentati nei volumi Watch Ads.


venerdì 27 settembre 2019

Orologi vintage - Vulcain Cricket


La storia dell'orologio da polso con suoneria più famoso di tutti i tempi.
Visita il nostro canale YouTube per guardare altri video sugli orologi vintage e iscriviti se non l'hai già fatto!

The history of the most popular alarm wrist watch of all times (Italian only).
Check out our YouTube channel for more video clips about vintage watches and subscribe if you haven't already!


lunedì 23 settembre 2019

The must-reads for watch lovers - Rolex 1905-1960


The first half-century of the company – the years that shaped its identity and paved the way to worldwide success. Volume 4 of the Watch Books series. Click here for more details about the contents.

Page count: 360, full color
Binding type: hardback
Trim Size: 8.5" x 11"
Languages: English and Italian
Price: € 160 - $ 190 - CHF 190

ISBN: 978-88-941704-4-3
Click here to display and download the PDF preview file.
Click here to order the book.


Le letture per chi non si accontenta del web - Rolex 1905-1960


Il primo mezzo secolo di storia della Casa, gli anni che ne hanno definito l’identità e gettato le basi del suo successo mondiale. Volume 4 della collezione Watch Books. Clicca qui per altri dettagli sui contenuti.

Pagine: 360 a colori
Rilegatura: cartonato
Formato: cm 21,59 x 27,94
Lingue: italiano e inglese  

Prezzo: € 160 - $190 - CHF 190 
ISBN: 978-88-941704-4-3 
Clicca qui per visualizzare e scaricare l'anteprima in formato PDF.
Clicca qui per acquistare il libro.


giovedì 19 settembre 2019

Vintage timepieces - Longines Conquest (1960s)



ENGLISH
This Conquest dating back to the mid-1960s is fitted with a movement that Longines developed in 1958 and manufactured in three versions, all of which featured a sweep-second hand - with or without date, and with and additional running reserve indication.


Functions Hours, minutes, seconds, date.
Size Diameter 34 mm, thickness 11 mm.
Case 18k pink gold, screw down back. 
Movement Calibre 291, self-winding, diameter 25,6 mm, thickness 6 mm, 24 jewels, rotor winding in both directions, Glucydur balance, flat hairspring, Incabloc shock absorber, 19,800 vibrations per hour.



ITALIANO
Questo Conquest degli Anni 60 è equipaggiato con un movimento che Longines sviluppò nel 1958 e produsse in tre versioni, tutte con secondi centrali: con o senza datario, e con l'indicazione supplementare dell'autonomia.


Funzioni Ore, minuti, secondi, data.
Misure Diametro 34 mm, spessore 11 mm.
Cassa Oro rosa 18k, fondo chiuso a vite 
Movimento Calibro 291, automatico, diametro 25,6 mm, spessore 6 mm, 24 rubini, massa oscillante a carica bidirezionale, bilanciere Glucydur, spirale piana, antiurto Incabloc, 19'800 alternanze/ora.


 

domenica 15 settembre 2019

Vintage Box – LeCoultre (1950s)


ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
This post launches a new section of 10e10.ch, devoted to vintage boxes. Complete with its cardboard slipcase, certificate of guarantee and user manual, the box seen here originally contained a Futurematic – “engineered to be the most accurate automatic watch in all the world”. The inscription suggests that the timepiece was sold by Vacheron & Constantin - LeCoultre, the U.S. subsidiary of the two manufacturers. Timepieces meant for the American market did not feature the Jaeger brand’s name. If you wish to know more about the Futurematic, click here.

    
Do you like vintage boxes? A wide selection is found in the Appendixes of The Museum Collection, my book about 100 milestones of 20th Century watchmaking. Watch the video clip about the publication and download the 20-page preview.
The vintage boxes presented in this Blog are not featured in The Museum Collection.


ITALIANO
Questo post inaugura una nuova sezione di 10e10.ch, dedicata alle scatole vintage. Comprendente la sua scatola di cartone, il certificato di garanzia e il manuale d'uso, il cofanetto presentato qui conteneva originalmente un Futurematic: “progettato per essere l’rologio automatico più preciso del mondo”. L’iscrizione indica che l’orologio fu venduto da Vacheron & Constantin – LeCoultre, filiale americana dei due fabbricanti. I prodotti destinati al mercato d’Oltreoceano non avevano il nome Jaeger sul quadrante. Se vuoi saperne di più sul Futurematic, clicca qui.

 
Ti piacciono le scatole d'epoca? Ne trovi un’ampia selezione nelle Appendici di The Museum Collection, il mio libro su 100 icone dell’orologeria del Novecento. Guarda il video sull'opera e scarica l'anteprima di 20 pagine.
Le scatole vintage presentate in questo Blog non appaiono in The Museum Collection.