lunedì 7 ottobre 2019

Vintage Press - Journal Suisse d'Horlogerie (1967)


ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
The cover of this magazine dating back to 1967 features a view of Basel exhibition center, the venue of the Swiss Watch Show since the early 1930s. As the official publication of the event, the Journal Suisse d’Horlogerie (Swiss Watchmaking Magazine) publishes a full 20 pages guide for professional visitors that includes the list of exhibitors and their stands’ location.

The editorial deals with a statement made in 1966 by Mr Yamada, Citizen’s chairman, according to which Japan will become the world’s top watch manufacturing country in five years’ time. Should Switzerland worry about its Asian competitor? Yes and No is the answer. The current growth rhythm suggests that the five-year goal is unrealistic. As for the future, it will depend on research, development and marketing. (Japan will indeed get the top rank in 1977, only to lose it to Hong Kong one year later).

The section about selling techniques features the second instalment of what we would now call the buyer’s FAQs and the relevant answers. The main subjects are the watches’ accuracy and price, but topics such as the luminescent dials, shock absorbers and guarantee certificates are also dealt with.


Shopwindows being essential points of attraction for potential customers, the magazine offers a few tips on how to set them up. The wrong way to do that is found at the top left of the page. The two drawings on the right-hand side feature nice-looking stores.   

ITALIANO
Sulla copertina di questa rivista del 1967 troviamo una panoramica del centro espositivo di Basilea, sede della Fiera svizzera dell’orologeria fin dall’inizio degli Anni 30. Organo ufficiale della manifestazione, il Journal Suisse d’Horlogerie (Rivista svizzera dell’orologeria) pubblica una guida di 20 pagine destinata ai visitatori professionali, comprendente la lista degli espositori e l’ubicazione dei rispettivi stand.
L’editoriale (seconda foto dall’alto) è dedicato a una dichiarazione resa nel 1966 da Eiichi Yamada, presidente di Citizen, secondo la quale il Giappone diventerà il primo produttore mondiale d’orologi nel giro di cinque anni. La Svizzera deve preoccuparsi del suo concorrente asiatico? Sì e No, è la risposta. L’attuale ritmo di crescita sembra indicare che l’obiettivo dei cinque anni non è realistico. In quanto al futuro, dipenderà da fattori come la ricerca, lo sviluppo e il marketing. (nel 1977 il Giappone diventerà davvero il numero 1 mondiale, ma perderà il primato un anno dopo a favore di Hong Kong, ndr).
Nella sezione sulle tecniche di vendita (terza foto dall'alto) troviamo la seconda puntata di quelle che al giorno d’oggi chiameremmo le FAQ (domande frequenti) del compratore e le relative risposte. I temi principali sono la precisione e il prezzo degli orologi, ma c’è spazio anche per argomenti come i quadranti luminescenti, i dispositivi antiurto e i certificati di garanzia.
Visto che la vetrina è un richiamo importante per i potenziali compratori, la rivista offre qualche consiglio sull’allestimento. In alto a sinistra (foto in basso) c’è un esempio da non seguire. I due disegni sulla destra mostrano punti vendita attraenti.

 

Nessun commento:

Posta un commento