lunedì 19 luglio 2021

Vintage library - La Suisse Horlogère (1949)

ENGLISH
(il testo italiano è in fondo alla pagina)
 
This 32-page brochure was created by the Swiss Chamber of Watchmaking - the employers’ association that also published the quarterly magazine “La Suisse Horlogère”.
 
 
The author is Pierre Huguenin, who starts by telling a brief history of watchmaking since the Middle Ages. 
The following sections deal with materials, style, waterproofness, movements, accuracy, and servicing.
 

All in all, a fine and richly illustrated example of popularization aimed at both the sales people and the general public. Its only defect being a common practice of the contemporary trade press: the brand names of the watchmakers were erased from the dials of the featured timepieces, presumably to avoid free advertising. No harm done: the modern-day collector will be more than happy to guess the missing names …
 
ITALIANO 
Questo opuscolo di 32 pagine fu realizzato dalla Camera Svizzera dell’Orologeria, l’organizzazione padronale che pubblicava anche la rivista trimestrale “La Suisse Horlogère”. L’autore è Pierre Huguenin, che comincia con una breve storia dell’artigianato orologiero dal Medio Evo. Le sezioni seguenti trattano i materiali, lo stile, l’impermeabilità, i movimenti, la precisione e la manutenzione. Nel complesso, un esempio di divulgazione riuscito, riccamente illustrato e diretto sia al personale di vendita sia al pubblico. L’unico difetto è una pratica diffusa nella stampa specializzata dell’epoca: i nomi delle marche sono stati cancellati dai quadranti degli esemplari illustrati, presumibilmente per evitare la pubblicità gratuita. Poco male: il collezionista di oggi sarà felice di provare a indovinare i nomi mancanti…
 
 

martedì 13 luglio 2021

Novità - Gruppo Ardito Watches Lince

Il nuovo sportivo della Casa di Alessandria ha dimensioni più compatte rispetto ai predecessori (diametro 42 mm) ed è adatto anche per le donne. La cassa di titanio grado 5 in tre parti presenta dieci viti a brugola – cinque sul fondo e cinque sulla lunetta – che, insieme con le guarnizioni del vetri, garantiscono un’impermeabilità superiore alle 10 atmosfere dichiarate. Il quadrante presenta un effetto degradé, lancette a gladio e indici rivestiti di Superluminova. Il movimento è il calibro automatico svizzero Sellita SW200.

 

sabato 3 luglio 2021

Only Watch 2021

Christie’s Geneva will host the ninth edition of Only Watch, the biennial charity auction whose aim is to raise funds for research into Duchenne muscular dystrophy. Since its first edition in 2005, Only Watch has raised more than 70 million Euros to support the Association Monégasque contre les Myopathies.
The 2019 edition of the event made history as the unique Grandmaster Chime offered by Patek Philippe sold for $31 Million, thus becoming the most expensive timepiece of all time. 54 brands will offer one-off luxury watches – among them, Audemars Piguet, Blancpain, Breguet, Girard-Perregaux, Hublot, Montblanc, Patek Philippe, TAG Heuer, Tudor, Ulysse Nardin, Zenith. Scroll down to take a look at three of them and click here for the full list.
In the weeks preceding the auction, the watches will be presented to the public, media, and horological enthusiasts, during a promotional tour that will start on 22 September in Monaco and end in Geneva after making stops in Dubai, Tokyo Singapore and Hong Kong. The auction will take place on 6 November, at 2pm (Geneva time), at the Four Seasons Hôtel des Bergues.
  
The Tribute to Fifty Fathoms No Rad revisits a Blancpain diving instrument from the mid-60s. The model created for Only Watch features a chapter ring, hands and a bezel time scale featuring orange-coloured Super-LumiNova®, this shade referring to the colour representing the 2021 edition of Only Watch. The dominant element on the dial is the "no radiations" logo, whose original yellow and red colours have been replaced by orange and yellow.
 
The Breguet Type XX Only Watch 2021 flyback chronograph reproduces the codes of the first generation of civilian Type XX timepieces. The bronze color of its dial is a nod to the original models with dials colored in this way. This unique 38.30 mm piece comes equipped with a Valjoux 235 movement, directly derived from the Valjoux 222 used by Breguet in the 1950s and early 1960s.
 
This unique Tudor Black Bay GMT features a case and bracelet finish that is the result of a stainless-steel ageing technique. The bridges and mainplate of the MT5652 Manufacture Calibre were coated in black before being aged by barrel tumbling. The Black Bay GMT One is a Master Chronometer. Achieving this certification required a substantial number of changes to the movement and highlights the brand's technical expertise and know-how. 
 
 

lunedì 28 giugno 2021

Pubblicità d'epoca - Ebauches SA (1946)

“Chiamateci e i pezzi arriveranno!” Ebauches SA pubblicò questo annuncio nel 1926. A vent’anni dalla sua fondazione, il gruppo che comprendeva i maggiori fabbricanti svizzeri di movimenti grezzi – Ebauches si può tradurre con “sbozzi” – godeva di una posizione dominante. Ne facevano parte, tra gli altri, AS (A. Schild), ETA, FHF (Fabrique d’Horlogerie de Fontainemelon) e Valjoux. La massima parte delle Case elvetiche utilizzava movimenti forniti da Ebauches SA. Le eccezioni erano rappresentate dalle manifatture di gamma alta. Ma alcune di queste – per esempio Jaeger-LeCoultre, Patek Philippe e Rolex – equipaggiavano i loro cronografi con calibri provenienti da Ebauches, più precisamente da Valjoux. 

Per comprendere l’importanza di questa produzione basta dare un’occhiata all’indice dei nomi di Orologi da polso 1900-1959. Un paio di mesi fa ho pubblicato una classifica delle Case citate nelle 432 pagine del mio ultimo libro, escludendo i fabbricanti dei movimenti. La “vincitrice”, con 53 apparizioni, era Jaeger-LeCoultre. Il primato si deve al fatto che la Casa di Le Sentier fabbricava e vendeva non solo orologi ma anche movimenti, in particolare a Vacheron & Constantin. Se la classifica tenesse conto del gruppo Ebauches SA e delle aziende che ne facevano parte, credo che i risultati sarebbero sorprendenti per molti appassionati. Qualche esempio: le citazioni del gruppo sono 18 (decimo posto della classifica virtuale); AS ne ha 16, ETA 9, FHF 13 e Valjoux 24 (sesto posto virtuale della graduatoria, meglio di Audemars Piguet, Cartier e Vacheron & Constantin).  

Ti piacciono le pubblicità d'epoca? Visita la pagina su Watch Ads, la mia storia illustrata in due volumi della comunicazione e del design nell'orologeria del Novecento. Guarda il video sull'opera e scarica l'anteprima di 20 pagine del Volume 1.

 

 

martedì 22 giugno 2021

Vintage warnings - Rolex (1948-1967)

ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
Imitations and counterfeits were major concerns for Rolex since the early 1930s, when its founder Hans Wilsdorf filed a complaint against a casemaker that infringed the Oyster patent. Rolex won that case and subsequently went to court whenever necessary in order to protect its intellectual property. Here are two examples of how the company informed the public and the players of the industry about its legal actions, and an ad ironically mentioning the multitude of "close relatives" the Submariner met up with over the years.


This “mise en garde” (warning) dating back to 1948 notifies the readers of a Swiss trade magazine about the Federal tribunal’s ruling against the “Rex” brand and logo, that were recognized as imitations. The text also reminded that Rolex would not hesitate to take to court whoever engaged in similar activities.


In 1962, Rolex and Gay Frères issued this warning against manufacturers that produced imitations of the bracelets featured in the accompanying image – from top to bottom: the Jubilee, President and Oyster. The text pointed out that these were original designs by Gay Frères exclusively supplied to Rolex.


“All of a sudden, every watch wants to resemble this one”. This 1967 ad deals with the Submariner and the growing number of more or less identical copies manufactured by unscrupulous competitors. After quoting Oscar Wilde - "imitation is the sincerest form of flattery" - Rolex listed the unique features of the real deal.
Are you a Rolex fan? Then you cannot miss reading my two books about the world’s most popular watchmaker: Rolex dalla A alla Z (Italian only, click here to learn more) and Rolex 1905-1960 (English and Italian, click here to learn more).


ITALIANO 
Per Rolex l’imitazione e il plagio sono fonti di preoccupazione fin dall’inizio degli Anni 30, quando il fondatore Hans Wilsdorf presentò una denuncia contro un fabbricante di casse che violava il brevetto Oyster. Rolex ebbe la meglio e da allora fece ricorso ai tribunali ogni volta che trovava necessario proteggere la sua proprietà intellettuale. In questa pagina appaiono due esempi di come la Casa informava il pubblico e gli addetti ai lavori sulle proprie iniziative legali, e un annuncio ironico dedicato ai molteplici “parenti stretti” che il Submariner aveva incontrato nel corso degli anni.
La “mise en garde” (diffida) del 1948 visibile in alto informava i lettori di una rivista svizzera di settore sulla sentenza del Tribunale federale che condannava il marchio e il logo “Rex”, giudicati come imitazioni. Il testo ricordava inoltre che Rolex non avrebbe esitato a portare in giudizio chiunque compisse violazioni di questo tipo.
Nel 1962, Rolex e Gay Frères pubblicarono questa diffida (foto al centro) rivolta ai fabbricanti che producevano imitazioni dei bracciali illustrati nella foto: dall’alto al basso, lo Jubilé, il President e l’Oyster. Il testo sottolineava che si trattava di modelli originali creati da Gay Frères e forniti in esclusiva a Rolex.
“Improvvisamente tutti gli orologi vogliono somigliare a questo”. Questo annuncio del 1967 (foto in basso) è dedicato al Submariner e al numero crescente di copie più o meno identiche commercializzate da concorrenti senza scrupoli. Dopo aver citato Oscar Wilde - "l’imitazione è il complimento più sincero" - Rolex elencava le caratteristiche uniche dell’originale.
Sei un appassionato di orologi Rolex? Allora non puoi perdere i miei due libri sulla Casa: Rolex dalla A alla Z (in italiano, clicca qui per saperne di più) e Rolex 1905-1960 (in inglese e italiano, clicca qui per saperne di più).


martedì 15 giugno 2021

New releases - Mauron Musy MU 05 Skeleton Armure

 

This timepiece features four successive levels of dials, formed by a bezel, a flange, and two levels of dials with different treatments: one in NAC platinum alloy, the other in titanium or gold, depending on the model. Each surface has its own specific finish – polished, satin, angled, sunburst, or frosted. Mauron Musy has opened up the dial just enough to reveal the vital components of the caliber: the escapement, barrel, and hour and minute pinion. The MU05 Skeleton Armure comes in a limited edition of 13 timepieces.

 

 

martedì 8 giugno 2021

Vintage boxes - Corum (1978)


ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina) 
This object feels more like a wallet than a proper box. Never much of a conventional watchmaker, Corum chose this solution for one of its most iconic products – a timepiece featuring a dial in the shape of a genuine pure gold ingot. The accompanying certificate is signed by Argor, the UBS-owned refinery from Chiasso that produced the 15g gold bar. Its weight takes into account the hole drilled at the center in order to accommodate the hour and minute hands.


ITALIANO
Questo oggetto somiglia più a un portafogli che a una vera scatola. Anticonformista come sempre, Corum scelse questa soluzione per uno dei suoi prodotti più emblematici: un orologio con un lingotto d’oro puro al posto del quadrante. Il certificato che lo accompagna porta la firma di Argor, la raffineria di Chiasso controllata da UBS che produsse il lingotto da 15 grammi. Il peso tiene conto del foro praticato al centro per il perno delle lancette delle ore e dei minuti.

 

giovedì 3 giugno 2021

Vintage library - The Canton of Neuchâtel (1948)

ENGLISH (il testo italiano è in fondo alla pagina)
In 1948, the Canton of Neuchâtel celebrated its 100th anniversary as a Republic associated to the Swiss Confederation. This 700-page book, published by the Canton’s government and printed by Courvoisier from La Chaux-de-Fonds, deals with the local economic and cultural life.

Watchmaking does the lion’s share of the industrial activities as a whole, making up half the pages of the relevant chapter.

A few timepieces manufactured in the Canton. Collectors will readily recognize the Chronomat by Breitling.

A workshop at Fontainemelon, the world’s oldest raw movements manufacturer.

The second half of the book features the portraits of several companies. A 3-page report deals with Spillmann & Cie., a casemaker from La Chaux-de-Fonds. The text points out that Spillmann manufactures waterproof watch cases since 1926 and gives a few interesting details about the production process, but does not disclose the name of the company’s main customer. We now know that it was Rolex, which entrusted Spillmann with the industrialization of the Oyster patent.

ITALIANO
Nel 1948, il Cantone di Neuchâtel celebrò i 100 anni dalla sua fondazione come Repubblica associata alla Confederazione Elvetica. Questo libro di 700 pagine, pubblicato dal governo locale e stampato da Courvoisier di La Chaux-de-Fonds, tratta la vita economica e culturale della regione.
L’orologeria fa la parte del leone nel settore della produzione industriale, occupando metà delle pagine del relativo capitolo.
Terza foto dall'alto: alcuni orologi prodotti nel Cantone. I collezionisti riconosceranno subito il Chronomat di Breitling.
Quarta foto dall'alto: un reparto di Fontainemelon, il produttore di movimenti grezzi più antico del mondo.
Ultima foto: la seconda metà del libro contiene i ritratti di numerose ditte. Tre pagine sono dedicate a Spillmann & Cie., fabbricante di casse a La Chaux-de-Fonds. Il testo sottolinea che Spillmman produce casse impermeabili fin dal 1926 e fornisce dettagli interessanti sul processo di fabbricazione, ma non rivela il nome del cliente principale. Oggi sappiamo che si trattava di Rolex, che affidò a Spillmann l’industrializzazione del brevetto Oyster.


  

martedì 1 giugno 2021

20,000 visitors! - 20.000 contatti!

ENGLISH
For the first time last May, 10e10.ch exceeded 20,000 visitors in a month. Not bad for an independent website almost exclusively dealing with watches past and present. My hearty thanks go to all you readers. Your response is a much appreciated recognition of the effort I devote to producing quality contents.
 

ITALIANO 
Nel mese di maggio appena terminato 10e10.ch ha superato per la prima volta la quota di 20.000 visitatori in 31 giorni. Non male per un sito indipendente dedicato quasi esclusivamente agli orologi di ieri e di oggi. Desidero ringraziarvi di cuore. La vostra risposta è l'omaggio più gradito all’impegno con cui mi sforzo di creare contenuti di qualità.

 

giovedì 27 maggio 2021

Shock absorbers - Dispositivi antiurto


ENGLISH

"If you do not have a blackboard at your disposal ... to explain the KIF". This early 1960s ad features the KIF Explainer, a demonstration model of the KIF shock absorber by Parechoc SA. The manufacturer offered it in two variants - above a display stand (see the picture below) or inside a wallet. It was intended for the sales staff of retailers as a marketing tool to persuade customers into the purchase of watches equipped with a shock absorber. Its price of 6 Swiss Francs included a color brochure. 


ITALIANO
"Se non avete una lavagna a vostra disposizione ... per spiegare il KIF". Questo annuncio dei primi Anni 60 mostra il "KIF explainer", un modello dimostrativo del dispositivo antiurto KIF. Il fabbricante Parechoc SA lo proponeva in due versioni: sopra un piedistallo (vedi l'immagine qui sopra) o all'interno di una custodia. L'oggetto era destinato al personale di vendita dei negozi come strumento per convincere i clienti ad acquistare orologi provvisti di dispositivo antiurto. Il prezzo di 6 Franchi svizzeri comprendeva un opuscolo a colori.
Se vuoi saperne di più sui dispositivi antiurto guarda questo video.
 
 

venerdì 21 maggio 2021

New releases - Audemars Piguet Royal Oak Offshore Diver


The three watches in khaki, blue or grey feature a new dial aesthetics as well as an interchangeable strap system directly integrated into the case’s studs and buckle. The automatic movement (Caliber 4308) with second and instant-jump date indication is equipped with a patented setting mechanism that brings stability and precision when adjusting the watch’s function.

domenica 16 maggio 2021

Agenda - Watches Of Italy

La seconda edizione di Watches Of Italy (WOI) avrà luogo a Tortona (AL) il 25 e 26 settembre 2021, presso il Museo delle Macchie Agricole Orsi (Via Emilia, 446). Ingresso gratuito, orario 10-19.
 
 
La manifestazione nasce da un gruppo di operatori italiani del settore orologiero e dell'accessoristica legata al mondo degli orologi: scatole e packaging, cinturini, bracciali, ricambi, forniture, materiali, lavorazioni e finiture, progettazione, design, prototipazione.
Lo scopo è organizzare, a cadenza fissa, appuntamenti di condivisione e promozione come mostre, raduni, presentazioni e lanci di nuovi modelli, mercatini ed expo. Le startup e i microbrand del nostro Paese potranno così proporsi direttamente agli appassionati, ai collezionisti, ai media di settore e al grande pubblico, creando inoltre una rete in grado di rappresentarli nei grandi appuntamenti internazionali.
 
 

martedì 11 maggio 2021

Vintage timepieces - Vacheron & Constantin

One of the 400 watches featured in Orologi da polso 1900-1959, my brand new book about the history of the wristwatch. Like its predecessor, the out-of-print Lancette & C., the volume is in Italian only.


Uno dei 400 orologi illustrati in Orologi da polso 1900-1959, il libro che ho appena pubblicato sulla storia dell'orologio da polso. Come il suo predecessore Lancette & C., ormai esaurito, è solo in italiano.

 

giovedì 6 maggio 2021

Orologi da polso 1900-1959 - È pronto!

 
Orologi da polso 1900-1959 sta per arrivare nelle librerie e negli shop online!
Clicca qui per i dettagli sul libro.
 
 

lunedì 3 maggio 2021

New releases - Baume & Mercier Riviera

    

The new generation of the Riviera features a 42 mm steel case, a dodecagonal bezel equipped with four screws, Swiss Made self-winding and quartz movements, and built-in interchangeable straps in steel or supple materials. The 10616 model seen here is driven by the Baumatic in-house caliber and has a transparent blue sapphire dial as well as an open caseback.
 
 

martedì 27 aprile 2021

Vintage ad - Vacheron et Constantin

ENGLISH (il testo italiano si trova sotto l'immagine)
"The wings of Fame spread the name Vacheron et Constantin all over the world" - reputation is the key sales argument put forward by this claim dating back to 1946. The artistic quality of the accompanying image is also worth noting. Then, as now, the Geneva manufacturer produced high-end timepieces meant for exacting and image conscious customers.
Interested in vintage watch ads? Please visit the page about my latest release - Watch Ads 1900-2000, a two-volume pictorial history of communication and design in 20th Century watchmaking.
Click here to display and download a 20-page preview.
Please note that the vintage ads presented in this Blog are not featured in the Watch Ads books.

 
ITALIANO  
"Le ali della fama accompagnano il nome Vacheron et Constantin in tutto il mondo": l'argomento di vendita principale di questo slogan del 1946 è la reputazione. È degna di nota anche la qualità artistica dell'immagine che lo accompagna. Allora, come oggi, la Casa di Ginevra produceva orologi d'alta gamma per compratori esigenti e sensibili all'immagine. Ti piacciono le pubblicità d'epoca? Visita la pagina sulla mia ultima novità editoriale: Watch Ads 1900-2000, una storia illustrata in due volumi della comunicazione e del design nell'orologeria del Novecento.  
Clicca qui per visualizzare e scaricare un'anteprima di 20 pagine.  
Gli annunci pubblicitari d'epoca presentati in questo Blog non sono inseriti nei volumi Watch Ads.


martedì 20 aprile 2021

OROLOGI DA POLSO 1900-1959 - La superclassifica

Ogni appassionato di orologi ha il suo modello o la sua marca preferita, e magari una vera e propria classifica. Queste scelte dipendono dai gusti personali e, a volte, da un livello di conoscenza superiore alla media. Da parte mia, dopo aver scritto e pubblicato sei libri storici sugli orologi, un’idea me la sono fatta. Un’idea, non la verità assoluta. In effetti, tutte le opinioni in materia sono confutabili perché mancano di un requisito fondamentale: l’oggettività.
 
 
Come compilare una classifica attendibile delle Case più importanti? Al momento di chiudere in tipografia il mio nuovo libro (Orologi da polso 1900-1959), mi sono detto che forse esiste un metodo meno arbitrario di altri. Il sistema consiste nel contare le citazioni delle Case nell’ambito del libro, utilizzando l’Indice dei nomi alla fine del volume. Il risultato è quello che vedete nell’immagine: la graduatoria delle 20 marche più presenti e quindi più “storiche” (i numeri si riferiscono alle apparizioni).
Nel valutarla bisogna tenere conto di alcuni elementi. Ho preso in considerazione solo le Case con almeno 10 presenze e il periodo esaminato va dal 1900 al 1959. Questo spiega, tra l’altro, l’assenza dei produttori giapponesi, che si sono affacciati sulla scena internazionale a metà degli Anni 60. Poi ci sono le caratteristiche dei fabbricanti in classifica. La netta “vittoria” di Jaeger-LeCoultre – quasi una citazione all’anno! – si spiega anche con la duplice attività di manifattura e fornitrice di movimenti (in particolare alla consociata Vacheron & Constantin).
Il lettore non mancherà di notare alcuni nomi inattesi. Gruen, Universal e Cortébert sono protagonisti quasi dimenticati, Movado e Hamilton hanno un ruolo diverso dal passato. In questo senso la classifica funge da promemoria: non sempre si può giudicare il passato attraverso i criteri del presente.
Tutto sommato mi sembra che il metodo usato fornisca un risultato credibile e, soprattutto, indipendente dalle impressioni personali. Una classifica compilata in base alle mie preferenze sarebbe diversa da questa…
Orologi da polso 1900-1959 sarà disponibile in libreria e negli shop online tra circa un mese. Qui trovi le informazioni sul libro. C'è anche il video
 
 

giovedì 15 aprile 2021

Nascita di un libro - Orologi da polso 1900-1959

UN GIORNO IN TIPOGRAFIA
Orologi da polso 1900-1959 sarà disponibile in maggio presso le librerie e gli shop online. Se vuoi saperne di più, visita la pagina dedicata al libro e guarda il video.
 

 




sabato 10 aprile 2021

Orologi da polso 1900-1959 - Il video


Il trailer del nuovo libro sulla storia dell'orologio da polso. In vendita fra poco più di un mese!
Clicca qui per saperne di più.
 
 

mercoledì 7 aprile 2021

Watches and Wonders

ENGLISH
A fully digital Salon experience: this is how Watches and Wonders launches its 2021 edition (7-13 April), "the biggest watch event ever to take place online" - 38 participating manufacturers, 500 press conferences, a daily live Morning Show. Click here for more details.
 
ITALIANO
Un'esperienza fieristica totalmente digitale: ecco come Watches and Wonders lancia la sua edizione 2021 (7-13 aprile), "il più grande evento orologiero online di tutti i tempi": 38 Case partecipanti, 500 conferenze stampa, un Morning Show quotidiano. Clicca qui per saperne di più.
 
 

domenica 4 aprile 2021

Vintage timepieces - Saga Electric (1960s)


ITALIANO (scroll down for the English text)
Fabbricato a Dundee (Scozia) intorno al 1965, questo esemplare porta il nome della marca che Timex registrò per la sua filiale britannica. La multinazionale americana entrò nel mercato degli orologi elettrici nel 1959, avendo rilevato Laco-Durowe, la ditta tedesca che ne aveva avviato lo sviluppo fin dal 1956. In seguito, i suoi modelli furono commercializzati con il marchio Timex negli Stati Uniti, Laco in Germania e Saga nel Regno Unito. Lanciato nel 1964, il Calibro 870 (Timex M84) è un movimento elettromeccanico a bobina mobile: quest’ultima è montata sul bilanciere. Negli orologi equipaggiati con questo movimento robusto e affidabile la corona per la messa all’ora si trova sul fondo cassa. Gli Electric Laco-Timex furono premiati da un certo successo per quasi un decennio malgrado l’aspra concorrenza del Bulova Accutron.      
Funzioni Ore, minuti,secondi.
Dimensioni Diametro 35 mm, spessore 8 mm.
Cassa Placcata oro, fondo d’acciaio chiuso a pressione.
Movimento Calibro 870 (Timex M84), elettromeccanico, diametro 30.55 mm, spessore 5.5 mm, 7 rubini, bobina mobile, dispositivo antiurto, 21.600 alternanze/ora.




ENGLISH
Manufactured around 1965 in Dundee (Scotland), this timepiece bears the brand name that Timex registered for its UK subsidiary. The American company entered the market of electric watches in 1959, when it took over Laco-Durowe - the German concern having been involved in the development of such movements since 1956. Its models were subsequently marketed as Timex in the US, Laco in Germany and Saga in the UK. Launched in 1964, the Laco 870 (Timex M84) is an electromechanical movement with a moving coil, meaning that the latter is mounted on the balance wheel where it is moving. The setting crown of the watches fitted with this robust and reliable caliber is found on the case back. The Laco-Timex Electrics were pretty successful for nearly a decade notwithstanding the fierce competition of the Bulova Accutron.      
Functions Hours, minutes, seconds.
Size Diameter 35 mm, height 8 mm.
Case Gold plated, stainless steel snap-on back.
Movement Caliber 870 (Timex M84), electromechanical, diameter 30.55 mm, height 5.5 mm, 7 jewels, moving coil, shock absorber, 21,600 vibrations per hour.